Corsi, pres. Empoli: «Lazio superiore alla Fiorentina. Hysaj? Ne parlai con Tare ma…»

corsi
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente Corsi elogia il suo collega Lotito:  «E’ tra i più bravi in generale. Hysaj? L’abbiamo trattato con la Lazio, ma…»

Si torna a pensare al campionato in casa Lazio. Archiviato il pareggio di ieri contro il Vitesse, la compagine biancoceleste è concentrata sulla prossima sfida contro la Fiorentina. Per parlare di questo match ai microfoni di Radio Incontro Olympia è intervenuto il presidente dell’Empoli Fabrizio Corsi«La Lazio è superiore alla Fiorentina dal punto di vista sia fisico che tecnico, la classifica sta qui a dimostrarlo.Tuttavia, domenica contro i toscani all’Olimpico sarà una partita da tripla in schedina, aperta a qualsiasi tipo di risultato, perchè i viola hanno uno spirito battagliero, mantengono un ritmo alto nell’arco dei 90 minuti, e sono guidati da un tecnico tanto bravo quanto preparato al pari del suo collega laziale. Simone Inzaghi e Pioli rappresentano quel made in Italy insieme ai vari Sarri, Giampaolo dei quali mi vanto di averli potuti avere e lanciare qui ad Empoli».

Sul rapporto con Lotito «Tare è uno dei più bravi nel suo ruolo, ma soprattutto Lotito è tra i più bravi in generale: ha sanato una società con un grande debito, è riuscito a quei tempi ad iscrivere la Lazio al campionato, cosa che neanche Einstein. Oggi i biancocelesti sono una società sana, una volta arriva quinta, una volta terza, una volta vince la Coppa Italia, un’altra la Supercoppa. Sta facendo cose straordinarie, un numero uno. Giovani biancocelesti che interessano all’Empoli? Non faccio nomi, ma voglio fare un’eccezione senza stilare la lista di tutti i nostri prospetti, dando io un consiglio: desidero citare Ismael Bennacer, nostro numero 10 e della nazionale algerina. Ne risentiremo parlare in Russia durante i prossimi Mondiali. Hysaj? L’abbiamo trattato con la Lazio, ma poi l’anno successivo abbiamo preso dal Napoli 5 milioni, il doppio di quello che offrivano i biancocelesti».

Articolo precedente
lazioLazio, esordio per tanti giovani, ma all’appello ne manca ancora uno…
Prossimo articolo
Roma, Nainggolan: «Segnare alla Lazio ha un valore diverso»