Coronavirus, non solo Stop per la Serie A: ecco tutte le possibilità

© foto www.imagephotoagency.it

L’emergenza sanitaria sta dilagando nel nostro paese e il calcio è uno degli ambiti a subire maggiori conseguenze

L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus sta mettendo in ginocchio tutto il mondo, Europa compresa. A risentirne di più è l’Italia che conta migliaia di contagiati e il governo ha approvato decreti per dichiarare alcune zone del Nord e definirle rosse, con conseguente panico e fuga dalle città. Non è stata ancora trovata al momento una cura definitiva per sconfiggere il virus e quelle a cui tutti ci dobbiamo attenere sono le disposizioni governative che ci insegnano come evitare il contagio. La nostra quotidianità è stata stravolta, tra cui anche lo sport: proprio nella giornata di ieri si è assistito al gioco del rimbalzo di responsabilità fra Lega Serie A, ministro Spadafora, FIGC e AIC per il mancato arrivo della decisione sul sospendere o meno il campionato. Molto probabile l’idea che Sassuolo-Brescia sia l’ultima gara di questo mese e che sia prolungato lo stop fino al 3 aprile anche per il calcio. Ma cosa succede a Champions ed Europa League?

Secondo La Repubblica, i piani alti del calcio italiano stanno pressando il numero uno della UEFA Ceferin per chiedere una mano: la richiesta è lo slittamento dell’Europeo che dovrebbe iniziare il 12 giugno allo Stadio Olimpico di Roma. Tre sono le ipotesi: spostarlo di 15 giorni, in autunno o per l’estate 2021. Posticipare la competizione europea porterebbe il campionato nazionale a prendere una boccata d’aria per riprendere con più calma fino a giugno. Un’ipotesi che non può essere sottovalutata.

Se si dovesse fermare solo la Serie A invece, la classifica potrebbe congelarsi senza assegnare lo scudetto e senza retrocessioni. I playoff di Serie B sarebbero annullati e salirebbero nella massima serie solo Benevento e Crotone: un campionato a 22 squadre quindi. Lo sforzo da chiedere per la prossima stagione è massimo ma è inevitabile in una situazione come questa.

L’unica speranza è che il virus si fermi e che l’emergenza possa rientrare nelle prossime settimane.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy