Coronavirus, Malagò: «Se c’è un’ordinanza, lo Sport deve allinearsi»

Malagò
© foto www.imagephotoagency.it

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha fatto il punto sulla risposta del Mondo dello Sport alla diffusione del Coronavirus

Il coronavirus spavebta l’Italia. Il Mondo dello Sport si adeguerà con gli sviluppi della diffusione della malattia. A Sky Sport, il presidente del CONI – Giovanni Malagò – ha fatto il punto della situazione: «Sono in contatto con le autorità che hanno la responsabilità, il diritto e il dovere di prendere iniziative e precauzioni. Faccio riferimento ad autorità governative e in particolare legate alle rappresentanze locali, dove ci sono casi accertati. E quindi se c’è un’ordinanza lo sport si deve assolutamente allineare».

MINISTRO – «Sono in contatto costante con il ministro Spadafora: è chiaro che ci sono competizioni di ogni livello in luoghi dove ci sono questi casi, come dovrebbe accadere nel weekend. Lì lo sport non potrà esserci per ovvi motivi. Per quanto riguarda le competizioni sportive al momento sono tutte confermate, a meno che non ci siano ordinanze delle autorità che vietano non solo le competizioni stesse».

OLIMPIADI A TOKYO – «La cosa migliore è far parlare chi è competente sul tema, ovvero i medici specializzati nel settore. E poi chi ha la responsabilità politica e amministrativa di prendere decisioni. I giochi olimpici a Tokyo? Sono anche un rappresentante del Cio, al momento non c’è alcuna controindicazione che le Olimpiadi abbiano dei problemi. Sono in contatto tutti i giorni con il Comitato organizzatore e non ho ricevuto alcuna comunicazione di altro genere».