Ventura: «La Salernitana non è una succursale della Lazio». Poi su Andrè Anderson su Dziczek…

ventura
© foto www.imagephotoagency.it

Nella conferenza stampa che precede l’esordio in campionato, l’allenatore della Salernitana Giampiero Ventura, ha parlato del rapporto con la Lazio e del neo acquisto Patryk Dziczek

Esordio tra le mura amiche per la Salernitana di Giampiero Ventura, che all’Arechi ospiterà il Pescara. Il tecnico granata ha introdotto la sfida toccando tanti temi, tra questi c’è anche la sinergia che tanto fa discutere tra Lazio e Salernitana: «Penso solo a questo club, non devo preparare giocatori in ottica Lazio. Non entro nel merito di un discorso societario perchè non ne ho la competenza, ma una riflessione sorge spontanea: quando c’è un esborso economico di due milioni può essere fisiologico un passaggio di questo genere. Io avrei voluto Andrè Anderson con me, la qualità non si rifiuta mai. Lo hanno trattenuto, non posso farci niente. Poi, è evidente che se ho lavorato un anno su un giocatore e chiedo di tenerlo; nonostante ciò, se esplode e ha i mezzi è normale che vada in A e magari alla Lazio».

DZICZEK –  Ventura parla poi dell’ultimo acquisto, arrivato proprio da Roma: «È un giocatore di assoluta qualità ma avrà bisogno di tempo. Non sarà pronto nell’immediato perché non conosce i ritmi del campionato italiano».