Coronavirus, Conte in conferenza: «€4,3 miliardi ai comuni, €400mln per i buoni spesa»

conte
© foto www.imagephotoagency.it

Il Premier Conte ha tenuto una nuova conferenza stampa per spiegare ai cittadini come il paese si muoverà economicamente

L’Italia sta vivendo un momento critico a causa del Coronavirus. Il Governo ha deciso di chiudere molte attività commerciali e produttive del paese, causando inevitabilmente un blocco dell’economia italiana.

Giuseppe Conte, insieme al Ministro dell’Economia ed al presidente dell’ANCI, ha spiegato alla popolazione come l’Italia si muoverà per cercare di ovviare alle nuove criticità economiche. Durante la conferenza stampa il Premier ha detto: «Oggi abbiamo superato 10’000 vittime. E’ una ferita che non potremmo mai dimenticare. Permettetemi di ruìivolgere un pensiero alle vittime ed ai familiari. Un altro numero ci incoraggia ed è quello dei guariti. Ci consulteremo con i medici che speriamo ci diano buone notizie. Oggi vogliamo dare un segnale forte della presenza dello Stato. Siamo consapevoli che molte persone stanno soffrendo, a livello psicologico e materiale, con la difficoltà nell’acquisto dei beni di prima necessità. Per questo siamo qui per varare un nuovo dpcm con i sindaci, che sono le nostre sentinelle: affidiamo a loro €4,3miliardi come anticipo del fondo di solidarietà comunale. Aggiungiamo a questo fondo €400mln ai comuni con il vincolo di distribuirli alle persone bisognose. Verranno erogati buoni spesa. Confidiamo che già dalla settimana prossima i sindaci saranno in grado concretamente di erogare questi buoni. Non vogliamo altre sofferenze. Siamo tutti sulla stessa barca e ci dobbiamo aiutare, dobbiamo farlo prima verso i più deboli. Non vogliamo tassare la solidarietà. Stiamo lavorando intensamente con l’INPS ed abbiamo varato nuove misure per far arrivare nuovi fondi nelle tasche delle famiglie. Non è facile ma stiamo facendo di tutto per far dimezzare, o addirittura annullare, i tempi della burocazia. Su questo anche io sono intransigente».

La parola poi è passata al Ministro Gualtieri: «Sono giorni difficili e nessuno deve essere lasciato da solo. Noi stiamo dando dei fondi ai comuni per aiutare le persone in difficoltà. Vorrei ringraziare l’Anci per la disponibilità, è il metodo concreto per arrivare direttamente a chi ha problemi. Abbiamo liberato 4,3 miliardi dal fondo di solidarietà comunale e aggiungiamo 400 milioni con ordinanza della protezione civile. La rapidità è senza precedenti perché nessuno può essere abbandonato nel momento del bisogno. La misura sarà operativa da domani mattina».

Ha concluso poi il sindaco di Bari e presidente dell’ANCI, Antonio Decaro: «Questa emergenza ha cambiato le nostre priorità. Ci stanno arrivando richieste da tante famiglie che stanno affrontando difficoltà dal punto di vista sociale ed economico. Finora abbiamo messo in campo quello che le nostre possibilità permettono, anche grazie ai volontari. Questo provvedimento ci dà liquidità immediata, è a zero burocrazia e permette a chi na ha bisogno di affrontare generi alimentari e prodotti di prima necessità. Ancora una volta faremo la nostra parte insieme alla comunità, non lasciando indietro nessuno».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy