Connettiti con noi

News

Conferenza stampa Di Francesco: «Lazio forte, ma dobbiamo giocarcela»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Di Francesco: il tecnico del Cagliari parla alla vigilia della sfida contro la Lazio. Le sue parole

Intervenuto alla vigilia di Lazio Cagliari, in conferenza stampa Di Francesco ha presentato il match.

DIFESA«Non recuperiamo nessuno tra Ceppitelli, Deiola, Duncan e Sottil, mentre sulla difesa a 3 stiamo facendo delle valutazioni viste anche i calciatori che abbiamo a disposizione».

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE SUL CANALE YOUTUBE DI CALCIONEWS24

PLAY«Non è necessario che si debba avere un play. È un ruolo delicatissimo, in cui bisogna fare le due fasi in un certo modo. Stiamo facendo valutazioni in corso, purtroppo arrangiarsi sempre non va bene. Io personalmente devo fare il bene del Cagliari e della squadra, raggiungendo l’obiettivo primario che è la salvezza. Lasciamo da parte gli aspetti fini, ora fermiamoci alla parte pratica perché conta fare punti».

PAROLE GIULINI «Snaturarsi totalmente non è una cosa corretta, bisogna essere autentici ed essere se stessi. Alla fine pagherà, ne sono convinto: finora non siamo riusciti a trovare una continuità di risultati, ma ora l’obiettivo è mettere il noi prima dell’io. Tutti quanti noi, insieme, ognuno con il proprio ruolo e le proprie possibilità».

MOMENTO «Ne diciamo tante, ma i discorsi lasciano il tempo che trovano. Ora conta soltanto il Cagliari, l’obiettivo principale è uscire da questa situazione. Poi, quando riusciremo a farlo, penso che sarà possibile rivedere il calcio di un certo livello. Il fatto di non aver fatto risultati anche quando meritavamo, ci ha portato in questa situazione. Sfortuna? Ma no, penso che la fortuna dobbiamo essere bravi ad andarcela a cercare. Dobbiamo essere resilienti, rinunciando a qualcosa di proprio alla ricerca di un bene comune: voglio essere positivo e propositivo, specie nei confronti dei miei ragazzi».

RUGANI E ASAMOAH «La partita dell’andata è vero che ci misero in difficoltà, ma nei primi 25′ fummo noi a mettere loro in difficoltà. Su Rugani e Asamoah dico che Daniele è più avanti rispetto ad Asamoah: su di lui mi aspettavo che fosse maggiormente in difficoltà, invece mi ha stupito. Sarà tra i convocati e potrebbe entrare a partita in corso».

LAZIO – «È una squadra che è agli ottavi di Champions, con un ottimo allenatore, che si conosce da tempo. Ha un portiere come Reina che è diventata quasi un regista basso, ma parliamo davvero di una squadra che ha tantissime alternative. Dobbiamo affrontarla con il piglio giusto, possiamo fare bene contro una squadra forte: dobbiamo giocarcela, questo è chiaro».

Advertisement