Connettiti con noi

Hanno Detto

Casale: «Mi piacerebbe essere allenato da Sarri, sono in attesa»

Pubblicato

su

Nicolò Casale, obiettivo di mercato della Lazio, ha confessato di gradire l’idea di essere allenato da Sarri: le sue parole

Intervistato da Sportitalia, Nicolò Casale, obiettivo di mercato della Lazio, ha dichiarato:

«Quest’anno con mister Tudor abbiamo riproposto in campo quanto fatto negli anni scorsi. Il modo di giocare esalta i difensori perché giochiamo a tutto campo e se stai bene segui l’uomo in continuazione. L’annata è stata strepitosa dove anche gli attaccanti hanno aiutato noi difensori perché era un continuo far gol, le squadre ci attaccavano poco poiché loro pressavano bene. Da qualche anno a Verona questa è ormai una cultura».

ALLENATO DA SARRI – «Messaggi sul passaggio alla Lazio? Sicuramente ho ricevuto tanti messaggi e ho letto tante notizie. Qualche giorno fa ho parlato con il mio procuratore e mi ha detto di non leggere nessuna notizia e che mi chiamerà lui quando le cose saranno concrete. Fa piacere essere accostato alle grandi squadre, sto aspettando la chiamata. Sono giocatore del Verona, sono cresciuto a Verona, ho fatto settore giovanile lì, sono tornato lì e quindi non posso lamentarmi, sono anche veronese. Solletica l’idea di giocare per Sarri? Sicuramente Sarri è un grande allenatore che cura la fase difensiva e mi farebbe piacere giocare per lui. Però sono un giocatore del Verona e in questo momento devo pensare a questo».

TUDOR – «Non ci sono tanti difensori italiani forti in giro? Sicuramente concordo però non so che dire. Non mi aspettavo Tudor andasse via, ci siamo incontrati a fine stagione e non lo sapeva ancora, doveva parlare con il presidente. Ha fatto questa scelta e la rispettiamo. Io gli dico grazie perché è un allenatore che mi ha completato, mi ha dato tanto e gli auguro buona fortuna sperando che trovi la miglior soluzione anche lui. Con Cioffi non ho ancora parlato, ho visto l’ufficialità del Verona oggi o ieri. Credo che in questi giorni contatterà i giocatori e avrò modo di conoscerlo».