Camolese: «Inzaghi, il segreto della Lazio. Champions? Bisogna approfittare…»

camolese
© foto www.imagephotoagency.it

L’intervista al mister Giancarlo Camolese, ex calciatore di Lazio e Torino

Cresciuto nelle giovanili del Torino, ha fatto anche parte della Lazio dei -9. Giancarlo Camolese è il doppio ex perfetto del match che andrà in scena lunedi sera allo stadio Olimpico. Di seguito i lanci dell’intervista realizzata all’allenatore piemontese dalla trasmissione radiofonica “Laziali On Air”, in onda sugli 88.100 FM di Elleradio.

Lazio-Torino, che partita ti aspetti?
«Sarà senz’altro una bella sfida. La squadra biancoceleste mi piace molto, è stata costruita bene ed è meritatamente nelle parti alte della classifica. Il Torino era partito forte, poi ha avuto un periodo di calo, ma è una squadra che può sempre dar fastidio a chiunque».

I risultati della Lazio sono anche merito di Simone Inzaghi?
«Il fatto di cambiare modulo a seconda delle esigenze è sintomo di grande intelligenza e preparazione. Sta sfruttando inoltre la conoscenza dell’ambiente, mettendo a disposizione del gruppo la sua grande professionalità».

Un suo parere su Immobile e Parolo.
«Ciro rappresenta una certezza per il presente e per il futuro della Lazio e della Nazionale, mentre Marco è uno di quei giocatori che rubano poco l’occhio, ma che nell’economia di una squadra sono fondamentali».

Cosa ne pensa di Milinkovic-Savic?
«Si sta consacrando partita dopo partita. Ha caratteristiche da centrocampista completo, fisicità e tecnica. Ce ne sono pochi così».

Sul campionato…
«Queste tre sconfitte consecutive della Roma possono riaprire il discorso Champions. I giallorossi restano una grande squadra, ma se non trovano subito il bandolo della matassa il Napoli, l’Inter e la stessa Lazio possono approfittarne».