Connettiti con noi

Hanno Detto

Cabral, Adaglio: «Non è uno sprovveduto, è istintivo e ha molta tecnica»

Pubblicato

su

Il giornalista Adaglio ha parlato dell’acquisto da parte della Lazio di Jovane Cabral

Giuliano Adaglio, giornalista esperto di calcio portoghese, in una intervista a Tuttomercatoweb.com ha parlato dell’acquisto da parte della Lazio di Jovane Cabral.

CARATTERISTICHE – «Non è uno sprovveduto, ha molta tecnica. Rispetto a Nani, un giocatore più riflessivo e con un curriculum ben diverso, Cabral è più elettrico e istintivo. Punta molto sulla fisicità, ha gambe molto potenti che gli permettono di scattare con tanta forza. Ha anche personalità: nonostante lo Sporting avesse in rosa tanti elementi con capacità balistica, ha calciato molti rigori e punizioni».

ACQUISTO – «Onestamente non so, perché ha preso il posto di Muriqi, un giocatore di tutt’altro tipo. Avrei cercato un vice Immobile diverso da Cabral, che ricopre un ruolo in cui la Lazio ha già Zaccagni, Felipe Anderson e Pedro. Mi sembra più un’operazione dettata dalla fretta piuttosto che dalla voglia di aggiungere questo giocatore. Ma è ancora giovane e se sta bene può dare un apporto di qualità».

INFORTUNI – «Viene da un infortunio molto grave al collaterale del ginocchio sinistro. Un problema fortuito, ha messo il piede in una zolla e la gamba è andata in ipertensione. Si temeva che dovesse stare più tempo fermo, invece è rientrato a gennaio. Ha una struttura e un fisico molto possente, forse è questo il motivo della sua propensione agli stop muscolari. Anche perché lavora tanto sugli strappi e sugli scatti. Spero che la Lazio abbia fatto le sue valutazioni sullo stato di salute».