Bilanci Serie A: in positivo la Lazio, profondo rosso per Roma e Milan

© foto www.imagephotoagency.it

Bilanci Serie A: costi, ricavi, plusvalenze e debiti dei club italiani. Sorride la Lazio, un po’ meno Roma e Milan

Cresce il fatturato del campionato italiano. E’ questo il risultato della statistica sui bilanci della Serie A pubblicata da “La Gazzetta dello Sport”. Allo stesso tempo però sono aumentati anche i costi e le spese, con 1.5 miliardi di euro in stipendi e 700 milioni di ammortamento per i cartellini. Queste due voci sono lievitate, in dodici mesi, di circa 80 milioni a testa e sommate utilizzano il 90% delle entrate. Per quello che riguarda i singoli club bene Lazio, Napoli, Cagliari e Torino che non vantano debiti esistenti con le banche. Migliora poi la situazione dell’Inter, la quale negli ultimi anni con una politica dei costi più contenuta ha migliorato una situazione quasi disastrosa. Malissimo infine Roma e Milan, naufragate in un mare di debiti. I giallorossi trovano ossigeno grazie alle cessioni di Alisson, Strootman e alla conquista della semifinale di Champions League.

OPERAZIONE CRISTIANO RONALDO – L’arrivo in Italia di Cristiano Ronaldo ha cambiato i numeri della Juventus che ha chiuso con un bilancio in rosso, ma ha fatto registrare un +26% allo stadio, +42% di sponsorizzazioni, +80% di merchandising.

SITUAZIONE LAZIO – Bene i conti della Lazio nonostante la mancata qualificazione in Champions. La società ha stabilito il record di utile nella sua gestione: +37,3 milioni. Hanno merito in questo le plusvalenze di Keita (29.3), Biglia (15.9) e Hoedt (15.7). L’aumento del tetto ingaggi ha fatto aumentare la dinamica costi-ricavi da 57.5 a 80.1 milioni. Lieve crescita dei debiti finanziari, che passa da 46.8 a 50.5 milioni.  Per i ricavi 85.1 milioni sono arrivati dai diritti tv della passata stagione (comprese le coppe). Per il resto 21 milioni sono arrivati dal marketing e solo 12.2 dallo stadio.