Bianchessi: «Rete di osservatori e affiliazioni con scuole calcio, così costruiremo la Lazio del futuro»

bianchessi lazio lotito
© foto You Tube

Il responsabile del settore giovanile Mauro Bianchessi ha spiegato i passaggi che servono per dare alla Lazio futuri talenti

Ha il compito di rivoluzionare il settore giovanile biancoceleste. Mauro Bianchessi ha conquistato la fiducia del presidente Claudio Lotito, sta mettendo la sua esperienza al servizio della Lazio. Il responsabile ha parlato ai microfoni della radio ufficiale, ecco le sue parole: «Il centro sportivo di Formello sarà a pieno regime per la prossima stagione anche per il settore giovanile. Settimana prossima arriveranno i rotoli di erba e verranno completati gli ultimi due campi. Abbiamo poi creato la Lazio Soccer School, creando rapporti di collaborazione con le società del Lazio. Utilizzeranno la nostra metodologia, faremo dei corsi di aggiornamento per i loro allenatori e dei tornei, regalando ai ragazzi di queste squadre dei biglietti per assistere alle gare casalinghe della Prima Squadra della Capitale. Entro giugno arriveranno le prime affiliazioni. Il secondo step riguarda la rete degli osservatori, inserendo nuove figure strategiche. Vogliamo prendere giovani ragazzi, di 12-13-14 anni, costruirli e portarli avanti fino, speriamo, alla prima squadra. Quest’anno con l’Under 16, di cui sono responsabile, abbiamo fatto già qualcosa di importante: siamo arrivati nelle prime 8 d’Italia. Dovremo acquisire una mentalità vincente. Interverremo sull’Under 15 affinché possa essere più competitiva. L’Under 14 e 13 sono arrivate prime, anche loro stanno facendo molto bene a livello di tornei. Abbiamo raddoppiati i giocatori convocati nelle nazionali e anche questo è importante. Per il settore giovanile c’è bisogno di tempo, ma sotto la mia responsabilità di questi 10 mesi sono molto soddisfatto. Amichevoli mondiali? Settimana prossima con l’Under 14 andremo a Madrid a rappresentare l’Italia, insieme alla Juventus, contro squadre dure. Fra cui Benfica, Everton, Ajax. Andremo per costruirci una mentalità vincente per questi tipo di incontri. L’obiettivo è portare alcuni di questi ragazzi in Serie A, costruire dei giocatori».