Connettiti con noi

Hanno Detto

Acerbi: «Non abbiamo nulla da invidiare all’Atalanta. Io mi sento sereno»

Pubblicato

su

Acerbi ha parlato a Dazn nel post partita di Atalanta Lazio, match valido per l’undicesima giornata di campionato. Le sue parole

Acerbi ha parlato a Dazn nel post partita di Atalanta Lazio, match valido per l’undicesima giornata di campionato. Le sue parole:

GOL PRESI – «Sempre quando prendi gol puoi gestire meglio la situazione, pareggio giusto, sono partiti benissimo, abbiamo tenuto botta, abbiamo avuto le nostre occasioni, la mentalità, l’apporoccio, di aiutarci l’un l’altro oggi l’abbiamo ottenuto. Dispiace per il risultato».

BIG MATCH – «Sono partite che si preparano da sole, le altre sono partite che richiedono un approccio diverso. Lavoriamo su dei concetti su cui abbiamo fatto un po fatica, oggi era la prova della maturità fino a ora in trasferta avevamo non solo perso ma perso male, oggi abbiamo giocato bene e dato una risposta»

APPROCCIO – «Sarri vuole che si faccia molto densità, bisogna soffrire ma è una fatica più mentale che fisica. Dobbiamo disabituarci a quello che era stato il nostro modo di giocare con Inzaghi, e abituarci a questo nuovo tipo di modo di giocare. Oggi come nel derby come contro la fiornetina c’è stata la voglia di sacrificarsi. la voglia di aiutarsi da parte di tutti. Dobbiamo avere questa mentalità sempre se vogliamo puntare al vertice. Dobbiamo fare il nostro gioco senza pensare contro chi giochiamo».

Acerbi a Lazio Style Radio

GARA – «Sono ottimi giocatori, anche il primo gol ha tenuto botta Marusic. Zapata ha fatto una grande partita, ma anche noi. Sono una grandissima squadra, ma non abbiamo nulla da invidiargli. Peccato per il risultato, ma se la strada è questa, ci toglieremo grandi soddisfazioni».

ATTEGGIAMENTO – «La mentalità è cambiata, quella che chiede il mister dall’inizio del ritiro e che ci è sempre un po’ mancata: grande approccio con le big, meno chìon le altre. Dobbiamo pensare di affrontare sempre qualcuno di grande. Bisogna fare bene contro tutte le squadre».

MARSIGLIA – «Ottima squadra, se vai là e pensi di esser bravo ne prendi 6. Oggi senza la giusta mentalità non sarebbe finita così. Se si è umili le cose sono sempre più facili».

PRESTAZIONE – «Io ero sereno, sapevo che avrei fatto un po’ difficoltà, ma ho sempre dato il massimo che potevo. Non ho mai mollato, sapevo che prima o poi sarei stato più sereno a fare, ad essere meno rigido. Da un paio di partite sono un po’ più libero, la prestazione è salita e spero di continuare così».

IMMOBILE – «Mi congratulo per il record, ma deve far tanti gol per noi. Lui è un giocatore ed una persona straordinaria, gli auguro altri 150 gol con la Lazio e di portarci in alto!».