Gonzalez: «Non è stato facile lasciare la Lazio perchè…»

gonzalez
© foto www.imagephotoagency.it

Alvaro Gonzalez adesso veste la maglia del Nacional, ma ha spiegato le difficoltà per liberarsi dalla Lazio

Ultimi mesi da separato in casa, forse non il giusto trattamento per un calciatore che ha sempre dato il massimo per la Lazio. Alvaro Gonzalez ha ricominciato dall’Uruguay, dal Nacional, vuole ritrovare i livelli a cui era abituato per tornare ad essere decisivo anche con la propria Nazionale. Ecco il pensiero del ‘Tata’ ai microfoni de El Crack Deportivo: «Sono molto felice di essere tornato in patria, anche se inizialmente la mia intenzione era quella di continuare a giocare in Europa. La situazione con la Lazio però era complicata, non è stato per nulla facile trasferirmi in un’altra squadra. Le richieste economiche del club impedivano ogni interesse serio, ho dovuto passare alle maniere forti con l’intervento dei miei avvocati. Solo così ho ottenuto la possibilità di svincolarmi. In quel momento, avevo un accordo con il Nacional, è stato il club che mi ha sostenuto legalmente. Nel caso avessimo dovuto rivolgerci alla Fifa, loro mi avrebbero supportato in tutto. Molti altri club non erano disposti a fare lo stesso, non volevano affrontare la Lazio in aule di tribunale. Ma la verità è che adesso sono felice qui e che conta solamente essere decisivo in campo».

BIGLIA E L’ARGENTINA – «E’ raro vedere l’Argentina in difficoltà nella fase di qualificazione. Siamo abituati a vederli classificati, devono sentire una grande responsabilità. Credo che però abbiano le capacità e il carattere per uscire da questo momento. Lucas Biglia? Ne ho parlato anche con lui, era preoccupato da questi risultati, ma anche pieno di voglia di cambiare questa situazione il prima possibile».