Akpa Akpro, parlano i fratelli: «Quel che gli è successo lo ha reso più forte»

© foto As Roma 19/09/2020 - amichevole / Lazio-Benevento / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Jean-Daniel Akpa-Akpro

Lazio, parlano Jean Jacques e Jean Louis Akpa Akpro. I due hanno raccontato il momento d’oro del fratello Jean Daniel

Jean Jacques e Jean Louis raccontano Jean Daniel. I fratelli Akpa Akpro sono il cardine della vita e della carriera del centrocampista della Lazio, spettatori di questo momento d’oro per il ragazzo. Intervistati da Gianlucadimarzio.com, hanno raccontato qualche aneddoto sulla loro infanzia e non solo:

«Come abbiamo festeggiato la prima rete? Niente di eclatante, ci siamo sentiti in videochiamata tutti e tre, abbiamo parlato della partita. Da piccoli pensavamo solo al pallone, litigavamo per quello, anche alla play. Appena ha iniziato a camminare, Jean-Daniel ci ha sempre seguiti in campo per vederci giocare. Non aveva molta altra scelta. Lo chiamavamo Choupa perché aveva la testa grande come ora e il corpo piccolo».

«Nostro padre lavorava in Africa, la mamma ha fatto enormi sacrifici per noi. Vivevamo in un quartiere difficile, ma ha sempre reso tutto naturale, è una grande donna. Anche Jean-Daniel ha dovuto rinunciare a molto è andato via di casa molto presto, non ha vissuto l’adolescenza dei suoi coetanei. Non ha festeggiato molti dei suoi compleanni perché doveva allenarsi. Ma ha visto noi e nostra madre fare le stesse cose, per lui era normale. Frattura al bacino? Quel periodo è stato complicato, gli ho detto che quello che gli era successo lo avrebbe reso più forte. E così è stato. Non mi sorprende quello che è riuscito a fare. Lazio? Quando ha saputo dell’interesse della squadra era felicissimo. Verremo a Roma, promesso».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy