Agostinelli: «Il Bayern è l’avversario più difficile. Della Lazio mi preoccupa questo»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Agostinelli: «Il Bayern è l’avversario più difficile. Della Lazio mi preoccupa questo»

Pubblicato

su

Agostinelli: «Il Bayern è l’avversario più difficile. Della Lazio mi preoccupa questo». Le parole dell’ex giocatore

Intervenuto ai microfoni di tvplay.it, l’ex giocatore della Lazio, Andrea Agostinelli, ha commentato i sorteggi di Champions League che hanno visto la squadra di Maurizio Sarri estratta contro il Bayern di Monaco. Ecco il suo pensiero.

PAROLE– «Il sorteggio in Champions della Lazio? Se i giocatori più forti saranno al massimo della forma i biancocelesti potrebbero avere il 40% di possibilità di passare il turno contro il Bayern Monaco. In questo momento non ha neanche il 15% di andare ai quarti, ma tra due mesi tutto può cambiare. I nuovi giocatori della Lazio non hanno praticamente mai segnato, lo stesso Immobile sta attraversando un periodo molto difficile. Il Bayern è l’avversario più difficile, ma se tutti i top player biancocelesti dovessero tornare in forma perché non credere alla qualificazione? Mi fa paura Harry Kane, è un attaccante fenomenale ».

SU PEDRO– «Della Lazio preoccupa il fatto che i giocatori dello scorso anno non stanno rendendo al massimo delle loro possibilità. Con i nuovi acquisti, penso soprattutto a Kamada, bisogna avere un po’ di pazienza. Faccio un esempio, Pedro ha vinto tutto in carriera ma corre e dà sempre il massimo. Lui è un vero campione e gli altri devono seguire il suo esempio. Non credo che esistano giocatori che scendono in campo senza passione. La professionalità è un’altra cosa ».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.