Connettiti con noi

News

Aghemo: «Per la Lega di Serie A si gioca, ma il Toro non vuole partire»

Pubblicato

su

L’inviato di Sky Sport Paolo Aghemo ha parlato della sfida tra Lazio e Torino in programma martedì: match a rischio per il Covid

Ancora molti dubbi sul prossimo impegno della Lazio in campionato. I biancocelesti, infatti, domani alle 18:30 dovrebbero affrontare il Torino allo Stadio Olimpico di Roma, nella gara valevole per la 25esima giornata del campionato di Serie A. Tuttavia, a causa del focolaio di Covid-19 scoppiato nel gruppo squadra granata, il match è in forte rischio. Della situazione in casa Toro ha parlato ieri sera l’inviato di Sky Sport Paolo Aghemo.

Intervenuto allo Sky Calcio Club ha affermato: «Martedì mattina sono stati riscontrati 3 casi di positività al Covid, tanto che la Asl Torino 1 ha comunicato la sospensione immediata degli allenamenti e l’isolamento domiciliare per tutto il gruppo squadra. Questo isolamento di fatto dura per una settimana, quindi fino a martedì prossimo. Secondo quanto ci risulta questa è l’interpretazione che dà la Asl e e anche il Torino. Lunedì ci sarà un altro giro di tamponi, il secondo ravvicinato dopo quello che non ha riscontrato nuove positività, e qualora non ci dovessero essere positivi potrebbero arrivare nuovi provvedimenti della Asl. Se l’isolamento dovesse però durare una settimana comprenderebbe tutta la giornata di martedì e quindi, secondo l’interpretazione del club granata, la squadra non potrebbe partire per Roma. C’è una discriminante rispetto a Juventus-Napoli, che è stata riscontrata la variante inglese. Ecco perché con i provvedimenti della Asl e il rinvio di Torino-Sassuolo è stato bypassato il protocollo: in una situazione normale la squadra sarebbe andata in bolla, in questo caso la Asl ha imposto la sospensione degli allenamenti. Ad oggi per la Lega la partita è in programma, ma il Torino ritiene di non dover partire per Roma, a meno che la Asl martedì mattina cambi i provvedimenti».