Lotito vola a Nyon: obiettivo GIUSTIZIA

© foto www.imagephotoagency.it

E’ il giorno del giudizio. Dopo il tracollo in campionato i capitolini provano a rialzare la testa almeno tra i banchi di tribunale. Oggi, alle ore 13, in quel di Nyon il presidente Claudio Lotito presenzierà alla commissione d’appello dell’Uefa per convincere quest’ultima ha cancellare, o quantomeno rivedere, la decisione di chiudere le porte dello Stadio Olimpico per le prossime due giornate nelle partite europee della Lazio. Impresa impossibile forse ma la Lazio spera. Il pool di legali biancocelesti al seguito di Lotito saranno l’avvocato Rigozzi, esperto in diritto europeo e il fedele avvocato Gentile. In questi giorni la società ha inviato un importante documentazione alla commissione Uefa facendo notare tutti i progressi fatti dalla Lazio in questi anni contro la violenza e il razzismo attraverso una relazione di quattro pagine firmata dalla Questura di Roma. Lotito farà leva anche sul comportamento anomalo avuto dai delegati inviati dall’ Uefa lo scorso 21 febbraio durante Lazio – B. Monchenglabach. In tutto ciò verranno mostrati anche video dove si dimostra che non c’è stato nessun comportamento politico-razzista da parte della tifoseria. “Nei confronti del nostro club c’è un pregiudizio che va avanti da anni e oggi a Nyon porteremo una serie di documenti che lo confermano”, tuona l’avvocato Gentile. La vuole giustizia, nel tardo pomeriggio si conoscerà la sentenza e sarebbe già una vittoria ridurre la squalifica ad una sola giornata viste anche le parole non proprio al miele pronunciate nei giorni scorsi da Michel Platini’.

Condividi
Articolo precedente
La Curva Nord contro Platini: “Dopo Heysel da te nessuna morale”
Prossimo articolo
Gascoigne torna a casa