Gemellaggio Lazio-Malesia, De Martino: “Fieri che abbiano scelto noi. Porta tanti vantaggi…”

© foto www.imagephotoagency.it

Ospiti inattesi oggi al centro sportivo di Formello. In rappresentanza della Malesia, Dato’ dr Noordin ha fatto tappa al centro sportivo biancoceleste in compagnia dell’Avvocatessa Grazia Iannarelli. Il motivo lo ha spiegato il responsabile della comunicazione, Stefano De Martino, ai microfoni di Lazio Style Radio: “Dato’ dr Noordin ha trovato un’eccellenza nel centro sportivo della Lazio, da qui potrà nascere un gemellaggio che può vedere la luce nei prossimi mesi. Non si parla solo di una sinergia con la nascitura Academy della Lazio, ma anche di iniziative come amichevoli e triangolari. Un passo importante, che fa piacere a tutta l’Italia. Noi siamo fieri che abbiano scelto noi. Si tratta di un gemellaggio internazionale”. 

La parola è poi passata all’Avv. Iannarelli: “Dato’ dr Noordin ha fatto altre visite in Italia, la Malesia sta allargando i propri interessi e sta proiettando il suo sguardo sull’Italia. Ha visitato tante realtà industriali, sta valutando tutto, anche il lato sportivo. È rimasto colpito da Formello, grazie anche all’attenzione con cui il presidente Lotito ha illustrato tutto il centro sportivo. Dato’ dr Noordin vorrebbe ripetere questo modello in Malesia, creando una joint venture con la Lazio. Di conseguenza i malesiani potrebbero avvicinarsi alla Lazio. Già per luglio ci potrebbero essere sviluppi concreti, con l’organizzazione di amichevoli in Malesia ricambiate con la visita della Nazionale malese in Italia. Potrà diventare anche uno scambio culturale e sociale tra i due Paesi”. 

Infine ha preso la parola proprio Dato’ dr Noordin: “Quello che ho visto è incredibile, ho avuto una grande impressione di questa realtà. Ho visto cose qui nel centro sportivo di Formello che potranno dare un grande contributo al mio Paese. Appena saputo dal presidente Lotito che sta nascendo l’Academy della Lazio, la più grande e la prima d’Italia, sono rimasto impressionato. Mi ha colpito anche la disciplina dei ragazzi, le strutture e l’ordine. Per me questo è importante. Trent’anni fa la Malesia andava bene nel calcio, era la migliore tra gli stati asiatici. Poi si è persa. Essendo stato un protettorato britannico l’attenzione è sempre stata proiettata sulle squadre inglese, ma adesso la mia attenzione si sta rivolgendo anche alle squadre italiane. Vogliamo ritornare ad essere un’eccellenza nel calcio, anche il Primo Ministro malese la pensa come me. Nella Lazio pensiamo di aver trovato il partner ideale”.

Condividi
Articolo precedente
Felipe Anderson-United: intoppi sulla buonuscita rallentano la trattativa
Prossimo articolo
Ranking mondiale: Juventus e Napoli sul podio. Lazio al 17° posto, Roma al 38°