Nazionale, Mancini ci ripensa: «L’Italia non ha un problema centravanti»

mancini
© foto www.imagephotoagency.it

La rinuncia di Mancini a Immobile contro la Polonia fa ancora discutere, la questione centravanti resta ancora aperta

«Per vincere ci serve un centravanti che segni». Firmato Roberto Mancini. Eh sì, parole pronunciate proprio dal ct della nazionale. Nonostante la vittoria contro la Polonia, la scelta di accantonare Immobile da parte del tecnico di Jesi fa ancora discutere i media e non mette d’accordo nemmeno l’ex numero 10 dello scudetto. Ai microfoni di Sportitalia il Mancio parla così: «Non esiste un problema centravanti, ci sono momenti in cui non vinci e non sai nemmeno il motivo, poi di colpo questa cosa cambia. Adesso la speranza è che i ragazzi possano arrivare alla sfida con il Portogallo con una buona condizione fisica». Ma allora questo centravanti che segna serve o no? Ciro Immobile è il capocannoniere del campionato italiano: 73 gol in 98 partite con la maglia della Lazio. Numeri inconfutabili ignorati però dal ct e smentiti dalle sue stesse parole. Mancini sembra aver fatto un passo indietro, gli italiani riusciranno ad ammirare Immobile al centro dell’attacco azzurro?

Paolo Pieramici – LazioNews24

Articolo precedente
ChievoParma, Gervinho non recupera: al posto dell’ivoriano c’è Inglese
Prossimo articolo
Scottish Hall of Fame, escluso Gascoigne: «Nessun rancore, ma…»