Lazio, Sabatini: «Devo molto al presidente. Applausi a lui e Tare, non sbagliano un colpo»

sabatini
© foto www.imagephotoagency.it

Walter Sabatini – attuale ds della Sampdoria – è tornato a parlare del suo periodo in biancoceleste

Attualmente alla Sampdoria, ma un passato fatti di Inter, Roma, Palermo e soprattutto Lazio. Walter Sabatini ha ripercorso la sua lunga carriera di direttore sportivo in un’intervista rilasciata per La Repubblica, soffermandosi sia sul suo rapporto con Lotito che sulla Corsa Champions: «Mi piace l’Atalanta, capace di produrre una vera rivoluziona calcistica. Io guardo con simpatia a chi costruisce una mentalità vincente, ai ribelli che cercano di guastare i piani di chi sta in alto. Applausi anche alla Lazio, sono anni che Lotito e Tare non sbagliano un colpo. E pure a Cagliari e Fiorentina. Anche se in Europa ormai siamo una potenza marginale, rispetto al passato».

LOTITO – «Se è vero che mi ha tirato dei posaceneri? Me lo ricorderei. Devo molto a Lotito, lo dico sempre. Fece una sfuriata per un mio leggero ritardo, lui che ci faceva aspettare ore, allora sì, sono volate pizze, non schiaffi, ma pizze napoletane».