Lazio, Inzaghi: «Con convinzione e coraggio possiamo vincere!». E su Ranieri…

Inzaghi
© foto S. S. Lazio

Lazio-Atalanta, Simone Inzaghi ha presentato la gara di domani durante la canonica conferenza stampa

Alla vigilia di Lazio-Atalanta, il tecnico dei biancocelesti – Simone Inzaghi – ha presentato la gara dell’Olimpico durante la rituale conferenza stampa. Alle domande dei cronisti presenti, il mister ha risposto così:

Cuoi dire la tua su Ranieri?
Per noi è importante parlare di clacio, per quanto è successo ieri ci ha già pensato la Società.

Come sarà la gara di domani?
Domani è una partita non importante, ma importantissima. Decisiva per la nostra corsa all’Europa, affronteremo con rispetto una squadra forte ma consapevoli di esserlo altrettanto e che convinzione e coraggio possiamo vincerle tutte: compresa quella di domani. 

Che bilancio fai di questa stagione? Sei soddisfatto?
La mia idea è che siamo qui a giocarci tutto, tranne l’Europa League, che sappiamo come è andata, Per l’ennesimo anno parliamo di una Lazio che si gioca un posto in Champions, è in finale, stiamo parlando una Lazio che da tre anni è sempre ai vertici. Sono convinto che si possa sempre migliorare e che potevamo avere qualche punto in più.

Domani è una gara tra due società che hanno il budget più basso rispetto alle altre corrazzate…
Sicuramente. Sicuramente, in questi tre anni il primo anno con il ko a Crotone ci scavalcò l’Atalanta. L’anno scorso siamo arrivati davanti noi, ora sono loro davanti di 4 punti. Due squadre che stanno offrendo un grande calcio, competiamo con squadre che sulla carta sono davanti a noi. Ma ce la giochiamo. 

Domani per l’attacco la scelta più difficile dell’anno?
Penso di no, mi piacerebbe sempre avere questo imbarazzo. Mi stanno soddisfacendo in pieno, Immobile non ha i numeri dello scorso anno, ma sta lavorando di più per la squadra. Correa sta crescendo di partita in partita, è sempre decisivo. Caicedo ha la media gol più alta in questo momento, è generoso, ogni allenatore lo vorrebbe nella propria rosa. È un giocatore completo, sceglierò domani. A Milano è entrato bene Caicedo, a Genova bene nella ripresa Immobile, vedremo stavolta a chi toccherà stare fuori. Sceglierò con molta serenità.

Marusic sostituirà Lulic? I tifosi che hanno comprato il biglietto di Coppa Italia è un gesto di stima nei vostri confronti?
Ho delle valutazioni da fare, c’è questa possibilità ma anche di Durmisi o Romulo o qualcun altro. Sceglierò dopo l’allenamento di oggi. Penso i tifosi sappiano che è un gruppo che dà tutto, che ci stiamo giocando il campionato fino all’ultima giornata. Sanno che hanno una squadra di grande cuore e stanno rispondendo alla grande, come quelle che mancano altrattanto importanti.

Papu Gomez osservato speciale. Quanto conta il rientro di Luis Alberto?
Come lo saranno Ilicic, Zapata. Una squadra che rispettiamo ma che affrontiamo con convinzione, coraggio e corsa. Possiamo fare una buona gara. Milinkovic non riuscirà ad esserci domani, ma Luis Alberto ci darà una grande mano. 

Domani servirà una grande partita…
Sicuramente una grande prestazione, contro una squadra che ha certezze e giocatori che giocano insieme da tempo. L’avversario sta bene, non perde da 10 turni, ha una striscia lunga. Ma la Lazio è pronta e si è preparata bene. Ci sarà qualche defezione ma fa parte del gioco.

Gasperini?
Lo stimo, è molto bravo, ha dato una buonissima organizzazione alla squadra. Stanno facendo molto bene, come la Lazio. Due anni fa sono arrivati sopra loro, lo scorso anno noi, adesso siamo in finale.

Strakosha?
Aveva qualche problema ieri, oggi penso possa essere disponibile. Milinkovic, Radu, Berisha e Lukaku sono gli unici indisponibili incrociando le dita. Insieme a Lulic squalificato.