Lazio-Benevento è anche Murgia contro Cataldi, il presente e il passato della banda Inzaghi

© foto @CalcioNews24

Lazio-Benevento può sembrare un semplice match di Campionato ma non è così…

Sabato alle ore 15:00 ci sarà questa sfida di Serie A, sulla carta non c’è storia ma nel calcio tutto può accadere. La partita con i Sanniti è anche uno scontro tra presente e passato, ovvero tra Alessandro Murgia e Danilo Cataldi; in Campania è presente anche Lombardi, ma a fine stagione tornerà alla base. I due romani si assomigliano in tutto: entrambi di agosto, cresciuti nel settore giovanile biancoceleste e centrocampisti. Il primo è in rampa di lancio e pronto a prendere le chiavi del centrocampo laziale in futuro, il secondo si è perso in seguito ad un’odissea di prestiti caratterizzati da prestazioni non all’altezza.

MURGIA – Il promettente classe ’96 ha rimpiazzato Cataldi in tutto e per tutto. Quando il ragazzo dell’Eur è arrivato in prima squadra, per l’ex Genoa è arrivato il periodo di  difficoltà: Murgia gli ha preso il posto, non solo in campo ma anche nel cuore dei tifosi, riuscendo per primo a vivere delle notti speciali come quella del 13 agosto con la vittoria della Supercoppa grazie ad una sua rete decisiva.

CATALDI – Il classe ’94 al termine della stagione conclusa al terzo posto sotto la guida tecnico di Stefano Pioli, sembrava in procinto di affermarsi una volta per tutte. Cristian Ledesma, lasciando la società biancoceleste, affermò di essere sicuro dell’esplosione di Cataldi. Parole, ovviamente, non pronunciate casualmente: l’attuale centrocampista del Benevento aveva indossato la fascia di capitano a soli 20 anni e tanto bene aveva fatto con le selezioni nazionali giovanili e con la maglia con l’aquila sul petto. L’arrivo di Inzaghi, tecnico che ha un occhio di riguardo per i giovani, ha compromesso la definitiva consacrazione di Cataldi. L’ex pupillo di Pioli non riuscì mai a conquistare la fiducia dell’allenatore piacentino. Sabato il classe ’94 tornerà all’Olimpico da avversario e potrebbe affrontare proprio l’eroe della Supercoppa. Quel prato che tempo fa aveva visto correre Cataldi, ora ospita Murgia; il destino ha qualcosa in serbo per questi due ragazzi…

Articolo precedente
juventusMarchetti ricorda Mondonico: «Grazie a te sono diventato prima uomo e poi calciatore» – FOTO
Prossimo articolo
luis alberto lazioSpagna, ‘As’ pensa ad un sondaggio per decidere le convocazioni. Ma Luis Alberto…