Inzaghi: «Ho visto una grande Lazio. Keita? Il mio desiderio è tenerlo». E sul futuro…

Inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Simone Inzaghi ha analizzato la bella e convincente vittoria della sua Lazio contro il Torino

Il tecnico biancoceleste ai microfoni di Premium Sport si complimenta con i suoi giocatori per la grande vittoria contro il Torino, che li lancia verso l’Europa: «Ci credevo, secondo me abbiamo visto un ottima Lazio, ma sappiamo anche che le partite vanno chiuse prima. Il Torino è un ottima squadra e ha trovato il gol, noi però siamo stati bravi a restare in partita, anche soffrendo un po’ come capita spesso, però abbiamo vinto una partita importantissima – spiega Inzaghi -. Adesso mancano dieci partite. Keita a partita in corso? Lui ha fatto ottime gare anche dall’inizio, è normale che avendo tanti giocatori devo fare delle scelte, ha avuto un problema al piede e per due giorni non si è potuto allenare. Si è allenato bene nelle ultime due sedute, l’ho visto voglioso e sapevo che ci poteva aiutare. A causa dei due cambi forzati, ho dovuto aspettare un po’ per farlo entrare, altrimenti sarebbe entrato prima. Anche Wallace e Lukaku hanno fatto benissimo, questo mi fa capire che ho un grande gruppo. Vederli giocare in questo modo mi fa stare molto sereno. Europa? Mancano 10 partite e 30 punti, dobbiamo ancora lavorare in questo modo, siamo in un buon momento e sappiamo che nessuno la davanti aspetta e quindi dobbiamo continuare a far  punti. Champions League? Io ho ribadito ai ragazzi che dobbiamo guardare partita dopo partita. Noi siamo da 28 partite tra il terzo e sesto posto, questo è merito dei ragazzi. Domenica avremmo un partita tosta, poi la sosta e poi ci saranno partite difficili, quindi ci crediamo, ma dobbiamo farci trovare pronti. Un po’ imprecisi? Questo si, ma abbiamo fatto benissimo a livello di gioco e costruzione, soprattutto sulle fasce, abbiamo fatto un’ottima gara, anche se siamo stati un po’ imprecisi. La cosa importante è avere una risposta positiva da chi entra dalla panchina e questo mi fa piacere. Sirene per me dalla Spagna? In questo momento penso solo al campo e non al rinnovo, tutti quanti sanno che ho cercato questa opportunità con tutto il cuore. Per il futuro penso che non ci saranno problemi perchè ho un grandissimo rapporto con il presidente e Tare, quindi adesso contano solo i risultati e poi a fine stagione ci penseremo».

SKY SPORT – L’allenatore della Lazio è intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue parole: «Per noi era una partita molto importante, abbiamo fatto un’ottima gara anche se ci è mancata un po’ di cattiveria. La classifica la guardiamo dalla prima giornata, la nostra posizione attuale è frutto di tanto lavoro, dobbiamo guardare sia davanti che dietro. Keita? A causa di un problema al piede non è stato possibile inserirlo nell’undici titolare, è un valore aggiunto e ogni volta che è entrato a gara in corso ha fatto bene. Avremmo dovuto raddoppiare prima del pareggio di Maxi Lopez ma avevamo di fronte una squadra organizzata e non era affatto facile. Abbiamo perso Radu e De Vrij per infortunio ma Wallace e Lukaku non li hanno fatti rimpiangere. A Cagliari mancherà Milinkovic ma chiunque giocherà al suo posto sono convinto che farà una buona partita».

LAZIO STYLE CHANNEL – Inzaghi è poi intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel. «Portare a casa un solo punto sarebbe stato ingiusto. Quando sei avanti di un gol le partite sono sempre aperte. Dopo il pareggio di Maxi Lopez siamo stati bravi a rimanere in partita. Guardiamo al futuro con fiducia, sono tranquillo. I primi 30 minuti di partita li abbiamo giocati benissimo, poi è stato bravo Mihajlovic a coprirsi sulle fasce. Per noi è una vittoria importante, meritata e fortemente voluta. Gli infortunati? Sono fiducioso e penso di poterli recuperare. I primi due cambi (Radu e de Vrij, ndr) me li ha fatti il medico. Lukaku e Wallace, subentrati, hanno fatto benissimo. Mihajlovic? Ci siamo abbracciati prima della partita, è stato un piacere rivedere un grande ex compagno di squadra. Mi ha fatto piacere anche vedere i vari Favalli, Lombardo, Salas, giocatori che hanno contribuito tanto alla nostra Lazio».

CONFERENZA – Il tecnico biancoceleste ha parlato anche in conferenza stampa. Su de Vrij e Hoedt: «Alla fine avevano entrambi la borsa del ghiaccio. Radu ha preso un colpo al fianco e de Vrij ha sentito un dolore al ginocchio però sono fiducioso sul loro recupero». Sul match: «Abbiamo disputato un’ottima gara, avremmo dovuto fare un gol nel primo tempo, nella ripresa siamo stati meno belli ma abbiamo fatto tre gol e vinto una partita che stavamo pareggiando, siamo stati bravi a riprenderla con Keita e con chi è entrato dopo, loro mi fanno stare tranquillo e mi fanno guardare con positività al futuro. Non mi sono mai nascosto, ho detto affrontiamo partita dopo partita, in un altro campionato forse saremmo terzi, ma questo è un campionato difficile perché davanti viaggiano a ritmi altissimi, senza il pareggio con il Milan staremmo parlando di otto vittorie consecutive. Domenica a Cagliari ci mancherà Milinkovic, ma allo stesso tempo so che chi lo sostituirà farà bene». Su Keita: «Il mio desiderio è tenerlo – rivela Inzaghi – è importantissimo per noi e stasera avrebbe giocato dall’inizio nonostante solo due allenamenti, sono orgoglioso di questi ragazzi, vorrei trattenerli tutti perché per un allenatore vedere Lukaku e Wallace entrare in questo modo è una cosa bellissima». Su Hoedt: «Hoedt è un giocatore che lavora tantissimo, che quest’estate era dietro nelle gerarchie, ma poi giorno dopo giorno ha meritato di giocare come de Vrij, Bastos e Wallace. Per me adesso è un problema su chi lasciare fuori, chi subentra come Wallace che stasera è stato bravissimo oppure Lukaku che è entrato senza quasi scaldarsi, mi fanno guardare con speranza al futuro», ha concluso Inzaghi.