Connettiti con noi

Europa League

Come gioca il Porto di Conceiçao: la formazione e i pericoli per la Lazio

Pubblicato

su

Analizziamo i punti di forza e i punti deboli del Porto, avversario della Lazio nei playoff di Europa League del prossimo febbraio

La Lazio ha pescato il Porto nei playoff di Europa League in programma a metà febbraio. I portoghesi erano sicuramente una delle squadre più ostiche per i biancocelesti, avendo dimostrato nel girone di Champions del Milan di essere squadra quadrata e solida, capace di ficcanti ripartenze in contropiede.

Le armi della squadra dell’ex Conceicao sono proprio queste: non un gioco bellissimo da vedere ma un 4-3-3 equilibrato dove spicca la stella di Luis Dias e l’esperienza di un veterano come Pepe. La sconfitta nella gara decisiva contro l’Atletico Madrid non deve ingannare: il Porto resta una delle favorite per la vittoria finale dell’Europa League e alla Lazio servirà una vera e propria impresa per arrivare agli ottavi. In campionato i lusitani sono primi a pari punti dello Sporting e in questo senso tra due mesi la lotta al vertice potrebbe anche distrarre il Porto dall’impegno europeo. Al netto di questo, Sarri dovrà lavorare molto per aggiustare in particolare la tenuta difensiva della squadra che potrebbe soffrire molto, oltre alla tecnica in velocità del già citato Luis Dias, anche la fisicità di Taremi. Due mesi per prepararsi: ad Immobile e compagni serve una vera e propria impresa.