Hernanes, è il momento di tornare a volare

© foto www.imagephotoagency.it

6 agosto 2010, il giorno dopo l’eliminazione dalla Coppa Libertadores del San Paolo, la Lazio ufficializza l’acquisto di Hernanes. Lotito sborsa ben 13,5 milioni di euro per il Profeta e opta per una presentazione in grande stile nella quale il brasiliano fece subito vedere le sue immense qualità. Nella prima stagione colleziona 37 presenze e 12 reti, nella seconda 42 e 11 centri. In questa stagione il Profeta sta giocando più arretrato e ne sta benificiando non solo il gioco biancoceleste, ma anche lo stesso giocatore che ha già gonfiato la rete per ben 11 volte. Nonostante questo ultimamente c’è stato un calo del numero 8 che coincide con alcuni eventi. Semifinale di Coppa Italia: 28 gennaio 2013, minuto 62, Hernanes cade a terra dopo un violento scontro con Marrone privo di sensi. Lo stadio è in silenzio, nel post partita si profila uno stop di 40 giorni, ma Hernanes sorprende tutti e torna in campo a distanza di soli sette giorni con un caschetto di protezione. Le ultime prestazioni sottotono coincidono con il grave incidente, ma anche forse con le temperature rigide dell’inverno italiano, clima a cui il verdeoro non è sicuramente abituato. Non è un caso quindi che il suo ultimo timbro risalga al 19 gennaio su calcio di rigore contro il Palermo, mentre il suo ultimo gol su azione è stato nell’ultima sfida del 2012 contro la Sampdoria. Sabato c’è il Milan, una partita che dirà molto sul futuro del campionato, un’occasione per chi vincerà non solo di sconfiggere la diretta avversaria, ma anche di avvicinare Juventus o Napoli visto lo scontro diretto al vertice. Con Klose ancora assente per un mese, Petkovic ha bisogno del suo numero 8 nella miglior forma. Hernanes vuole tornare a volare, come la sua Lazio, per raggiungere il terzo posto.

Condividi
Articolo precedente
Esclusiva – Ag. Fifa Nicolato: “Tutto su Eder e Pereira…”
Prossimo articolo
Formello – Ripresa senza Mauri e Cavanda, chi marca El Shaarawy?