La moviola di Udinese-Lazio: ordinaria amministrazione per Rocchi

© foto www.imagephotoagency.it

Alla Dacia Arena è Udinese-Lazio, gara valida per la 31^ giornata di Serie A. A dirigere i novanta minuti è l’arbitro Rocchi dellaz sezione di Firenze

Partita importante alla Dacia Arena: Udinese e Lazio, faccia a faccia. Una per scacciare via gli spettri della crisi, l’altra per approfttare del passo falso commesso da Roma ed Inter e riagganciarsi al treno Champions. A dirigere la gara è Rocchi, della sezione di Firenze, coadiuvato dagli assistenti Di Liberatore e Tonolini; dal IV uomo Pinzani; Abisso al VAR.
Il match parte tranquillo, i biancocelesti sono timorosi e soffrono inizialmente il pressing dei padroni di casa. Nessun episodio ha richiesto interventi straordinari del fischietto toscano, almeno fino al 25′ quando Jankto in velocità viene fermato da Marusic, cadendo a terra. Da qui, poi, l’azione che innesca la rete del pareggio siglata da Immobile. Si accendono le proteste dei tifosi e della panchina bianconera che richiedono il fallo sul centrocampista, ma il VAR non può intervenire e si prosegue col gioco, visto che il contatto è di gioco

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo si apre sulla scia del finale del primo. Le due squadre giocano senza cattiveria, tanto che il primo cartellino arriva solo al 74′, ai danni di Caicedo. L’ecuadoriano, infatti, ferma Balic con un fallo tattico per evitare la conclusione avversaria: giusta la scelta di Rocchi. Ammonizione anche per Murgia che non frena la corsa ed entra con irruenza su De Paul buttandolo a terra: decisione buona.

Articolo precedente
Udinese-Lazio 1-2, pagelle e tabellino
Prossimo articolo
Immobile lazioImmobile: «Felici per il risultato anche se non è stata la nostra miglior partita…»