Sarac: «La Lazio è stata la scelta migliore. Futuro? Penso solo a lavorare ogni giorno»

sarac
© foto www.imagephotoagency.it

 

L’attaccante della Primavera della Lazio si racconta in un’intervista

Nell’estate del 2015 il ds biancoceleste Igli Tare è riuscito a portare a Formello Dejan Sarac, giovane austriaco di origine serba, battendo la concorrenza di top club come LiverpoolBorussia Dortmund e Inter. L’attaccante ha parlato di se rilasciando una lunga intervista al sito laola1.at.: «A quel tempo, sono apparsi diversi club, ma la mia scelta cadde sulla Lazio. Avevano l’offerta migliore, si occupavano specificamente di cose che altri non avevano e mi hanno proposto un contratto a lungo termine. In principio, è stato molto difficile per me a causa della lingua e il passaggio dal calcio austriaco al calcio italiano. La differenza più grande è l’aspetto tattico. C’è molta enfasi sulla tattica. Ho dovuto aspettare sei mesi per la mia idoneità e nel mentre ho seguito anche un corso di italiano. Siamo un’ottima squadra ma manca qualcosa che ci unisca».

Futuro – «Mi concentro solo sul giorno dopo, mi alleno, sto migliorando ogni giorno, questo è quello che ho in testa. La testa è molto importante: se vai in città, non ci sono regole, è sia positivo che negativo, devi lottare per ottenere risultati, devi allenarti molto se vuoi ottenere qualcosa. Devi vedere da solo quando andare a dormire, non ci sono orari precisi e se vuoi andare avanti, devi occuparti di te stesso, dormire, mangiare sano e lavorare sei ore al giorno. In campo devi difenderti in difesa, ma poi ho le mie libertà, gioco molto intensamente».

Sul match di Europa tra Lazio e Salisburgo – «Sono entrambe ottime squadre, ma penso che la Lazio continui a mantenere il comando».

Articolo precedente
lazioLazio dietro solo al Psg per gare vinte con tre o più gol sugli avversari
Prossimo articolo
Lazio, altro record infranto da Immobile che supera Signori – FOTO