Petrelli: «Lazio in vantaggio mentale sul Torino. Inzaghi ha grandi meriti, i singoli…»

felipe anderson lazio inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Sergio Petrelli prersenta la sfida di stasera tra Lazio e Torino, elogiando il lavoro di Inzaghi. E sui singoli…

Difensore dello Scudetto laziale del 1974, Sergio Petrelli non perde di vista le vicende dell’attuale squadra biancoceleste, elogiando in particolare il lavoro di Simone Inzaghi. L’ex calciatore, intervenendo a Lazio Style Radio, ha presentato così la gara di stasera tra i biancocelesti e il Torino: «La Lazio è nella condizione mentale di vincere la partita sui granata. E’ una squadra che diverte, chiunque giochi. In tutto questo i meriti di Simone Inzaghi sono evidenti; all’inizio la società non gli dava molto credito, vista anche la questione Bielsa, poi le cose sono andate per il meglio, Simone è inserito nell’ambiente biancoceleste da anni. E’ un allenatore che capisce i giocatori, ha solo qualche anno più di loro ed è un aiuto non indifferente. La rosa è buona e ha grandi margini di miglioramento; Milinkovic e Parolo sono i cardini. L’azzurro è un trentenne ed è all’apice della carriera, mentre il serbo è un giocatore straordinario ma che può crescere ancora. Felipe Anderson? Accentra su di sé il gioco e anche s ein questo momento non segna riesce ad aprire spazi nelle difese avversarie. Poi la retroguardia con de Vrij e Hoedt è un bel vantaggio, senza dimenticare che alle loro spalle hanno sostituti di qualità».