Adesivi Anna Frank, Lotito: «Non si può incolpare l’intera tifoseria»

© foto www.imagephotoagency.it

Lotito è tornato a parlare degli adesivi di Anna Frank e analizzato il percorso di crescita della Lazio in questi anni

Mai banale nei suoi interventi Claudio Lotito. Il presidente della Lazio, ospitato ieri ad un convegno organizzato dall’associazione “La tutela dei diritti”, si è concentrato su diversi temi. Ecco il suo intervento: «La Lazio ha vinto più di chiunque in Italia negli ultimi anni dopo Juventus, Inter e Milan. Adesivi Anna Frank? Non si può accusare un gruppo che prima di Nizza-Lazio ha fatto un comunicato contro i buu razzisti e deposto una mazzo di fiori sul luogo dell’eccidio dell’Isis. Col Cagliari ho indetto una giornata contro il razzismo e 13 ragazzini su 40mila persone hanno attaccato le figurine di Anna Frank. Assurdo che venga messa in mezzo la società. La responsabilità oggettiva va rivista. Trasloco in Curva Sud? Non abbiamo violato nessuna norma. Per fortuna c’è pure una sentenza del tribunale di Roma».