Le PAGELLE di Galatasaray-Lazio: Lulic frecciargento, Radu grintoso. Milinkovic ariete da sfondamento

© foto www.imagephotoagency.it

Marchetti 6 – In occasione del gol può solo accompagnare con lo sguardo la palla finire in rete. L’estremo difensore è sicuro nelle uscite, preparato quando è chiamato in causa soprattutto con tiri da fuori.

 

Konko 5.5 – E’ attento in fase difensiva, poco presente in quella offensiva. Rischia tantissimo con una spinta in area a Podolsky sul finire del primo tempo.

 

Mauricio 6 – Marca ad uomo l’attaccante tedesco, non rischia mai. Muslera gli nega, con un tuffo plastico, il primo gol con la maglia della Lazio.

 

Hoedt 6 – Sente la pressione ad inizio gara, col passare dei minuti acquisisce sicurezza. Bravo a gestire la palla al piede, ha ampi margini di miglioramento.

 

Radu 6 – Scivola sull’inserimento di Donk, tutto facile per Sabri siglare il vantaggio. Si riscatta  proponendosi con frequenza sulla fascia e procurandosi il fallo che ha portato all’1-1.

 

Biglia 6.5 – Mette ordine al centrocampo laziale e dona tranquillità all’intera squadra. Il ‘Principito’ è fondamentale anche in fase di recupero.

 

Parolo 6 – Tanta corsa in mezzo al campo, va vicino al gol con un tiro da fuori area ma trova un attento Muslera. Nella ripresa si limita a contenere i contropiedi dei padroni di casa.

 

Felipe Anderson 6 – Dà il via alle ripartenze capitoline, gli avversari lo temono e per questo viene spesso raddoppiato. Il fantasista brasiliano è anche generoso nei ripiegamenti. Dal 58’ Candreva 5.5 – Da ampiezza alla manovra, arriva spesso sul fondo anche se non appare convinto nelle giocate. Le recenti panchine hanno rallentato le sue prestazioni, deve ritrovare morale e sicurezza.

 

Milinkovic Savic 7 – Protagonista assoluto del match: splendida la torsione che porta al pareggio, domina nei contrasti a centrocampo. Necessario il suo supporto dal punto di vista fisico, è raro veder perdere al serbo un duello aereo

 

Lulic 6.5 – E’ uno dei più attivi. Schierato nel tridente offensivo ci mette gamba, le sue percussioni mettono in ansia i difensori dei giallorossi di Instanbul. Sul finale la stanchezza si fa sentire e sbaglia due ottime ripartenze. Dal 89’ Mauri – sv

 

Matri 5.5 – Balta non gli lascia un metro libero, l’ex Juventus e Milan gioca bene di sponda. Ha due ottime opportunità di fronte al portiere ma non è lesto a sfruttarle. Dal 69’ Klose – Entra bene in partita. Difende con sicurezza la palla e si defila spesso per creare spazio agli inserimenti centrali.

 

Pioli 6 – L’atteggiamento con cui la squadra scende in campo è perfetto. Il tecnico azzecca la mossa di schierare Lulic nel terzetto d’attacco, perenne spina nel fianco del Galatasaray. La Lazio nella prima frazione costruisce la propria trama senza alcun timore, la manovra perde di lucidità nel secondo. Il pareggio è un buon risultato, ma serviva forse più coraggio contro una squadra che ha schierato una formazione prettamente difensiva. Manca un pò di fortuna, le occasioni del raddoppio non sono affatto mancate.