Connettiti con noi

Hanno Detto

Lazzari: «Non vedo l’ora di giocare a 4. Dicono che non possa farlo, ma…»

Pubblicato

su

Manuel Lazzari, direttamente dal ritiro di Auronzo di Cadore, ha commentato il nuovo ruolo nella linea a quattro. Le sue parole

Manuel Lazzari è stato intercettato dai microfoni di Lazio Style Channel, direttamente dal ritiro di Auronzo di Cadore. Le sue parole:

RITIRO – «Procede tutto nel milgiore dei modi, eravamo molto carichi di ripartire col nuovo mister che ha riportato una ventata di aria fresca. Questo è il terzo anno e tutto è diverso, a partire dal lavoro fisico fino a quello in camp. C’è tanto da lavorare, soprattutto nella fase difensiva, ma seguiamo il mister e le sue idee».

NUOVO RUOLO – «Mi impegno nella nuova line aa quattro, è la cosa più importante col cambio di modulo. A livello atletico mai avuto problemi. Nuovo ruolo? Ne ho sentite di tutti i colori, che non potevo farlo… ma non ho ascoltato nessuno. Quando ho letto dell’arrivo di Sarri ero felicissimo, son sicuro di poterlo farlo tranquillamente, come ho già fatto in Nazionale e alla Spal. Siamo qui er seguire le sue idee. Questa settimana sta andando bene, mi sto divertendo e con gli allenamenti mi sto integrando in questa posizione. Ho avuto modo di parlargli, mi ha chiesto cosa pensavo, io non vedo l’ora di fare una stagione con la difesa a quattro ed imparare un nuovo ruolo. Giocare come esterno alto? Non penso sia nelle mie corde, il mister ha la mia stessa idea: ho bisogno di campo per attaccare lo spazio, devo essere bravo a lavorare con la difesa, in fase offensiva non ci sono problemi».

FELIPE ANDERSON – «L’ho conosciuto in questi giorni, è un giocatore fantastico, ci darà una grand emano e chi giocherà dietro di lui dovrà anche coprirlo».

NAZIONALE – «Ora con la difesa a quattro, avrò più possibilità di ritagliarmi uno spazio maggiore. Ma dipende da me e da come reagirò, devo fare prima bene qui. Compagni azzurri? Ho scritto a Ciro, ma ha cambiato numero e non lo ha letto. In finale ero tesissimo, ils econdo tempo l’ho visto da solo in camera perchè c’era troppi gufi».

POMERIGGIO LIBERO – «Ci voleva perchè a livello fisico abbiamo speso tanto, questo pomeriggio ci ha ricaricati e oggi siamo già ripartiti alla grande».

PROSSIMA STAGIONE – «Mi aspetto tanto da me stesso e i tifosi si aspettano tanto dalla Lazio. Prima ci adattiamo e prima faremo bene».

SARRI – «Lui ha le idee chiare, sa cosa bisogna fare per fare il calcio che vuole lui. Noi dal primo giornolo seguiamo, sopratutto ora stiamo accelerando i tempi di apprendimento. Rimaniamo concentrati per seguirlo».

 

Advertisement