La Lazio sbatte contro il palo: la sconfitta è merito (non solo) della sfortuna

© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio e i pali, la sfortuna si accanisce contro i biancocelesti: ma i numeri dicono che la sconfitta va analizzata in modo approfondito

Lazio sfortunata, ma bisogna ammettere che ci sono pure dei demeriti. E’ diventata ormai una brutta consuetudine, spesso rivelatasi letale. Una sola rete di scarto non è certezza di vittoria. Ieri pomeriggio al Marassi (clicca qui per rivedere gli highlights) i biancocelesti hanno tenuto in piedi con merito una partita che alla vigilia poteva sembrare molto più complicata, poi ecco i soliti venti minuti di tracollo. Merito, come detto inizialmente, di una ruota di eventi che gira spesso contro: la traversa di Badelj ha fatto salire il numero di pali colpiti in questa stagione a quota 10 (solo il Napoli ha fatto “meglio” con 13). Affidarsi però solamente a questo tipo di analisi potrebbe creare un alibi e rivelarsi sbagliata. La compagine di Simone Inzaghi infatti contro il Genoa ha incassato l’ottavo goal su palla inattiva (uno in meno dell’Atalanta, prima nella particolare graduatoria), segno di un situazione che va studiata meglio. Nulla accade per caso, non è la prima volta che la Lazio riesce a complicarsi la vita in modo assurdo.