La moviola di Lazio-Roma: Mazzoleni fiscale, ma equo

moviola mazzoleni sampdoria lazio-roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il derby della Capitale va a Mazzoleni, della sezione di Bergamo, coadiuvato dal IV Uomo Maresca e dall’addetto al VAR Rocchi

Tutto è pronto all’Olimpico, un muro di 55.000 tifosi abbraccia Lazio e Roma nella notte del derby della Capitale. Un match che esula da ogni logica, ammesso che nel calcio ce ne siano. In palio i tre punti, un piccolo distacco per la corsa Champions, l’onore. Perchè questo è la stracittadina: lo scontro tra due mentalità. A dirigere la gara è l’arbitro Mazzoleni della sezione di Bergamo, coadiuvato dagli assistenti: Preti – Paganessi; IV Uomo: Maresca; V.A.R.: Rocchi; A.V.A.R.: Di Fiore.

PRIMO TEMPO – Lazio che sin dal fischio d’inizio si fa subito propositiva, ben tre sono i fuorigioco ‘guadagnati’ in meno di 6 minuti. A varcare il limite è Immobile, due volte, Milinkovic Savic la terza, ma i richiami sono sempre giusti. Il primo cartellino del match arriva al 10′, diretto a Lucas Leiva che commette fallo tattico, fermando la ripartenza di Strootman con una strattonata. Mazzoleni è fiscale, forse eccessivo. Al 31′, anche J. Jesus viene ammonito per un intervento al limite della legalità su Parolo: ci starebbe anche il rosso. Al 33′, ancora una volta Leiva: il regista rischia la doppia ammonizione con un’entrata violenta sul numero 6 giallorosso, ma viene graziato. Luiz Felipe, solo qualche minuto più tardi, arriva a rimorchio dell’azione guidata da bomber Ciro, ma entra a gamba tesa su Dzeko e finisce sul taccuino dell’arbitro. Decisione discutibile. Su Roma cade una vera e propria pioggia di gialli: anche Radu finisce giustamente nella lista dei cattivi, reo di aver fermato la volata di Schick trattenendolo per i pantaloncini. Sul finale, sempre J. Jesus entra in modo falloso su Immobile, ma non trova la palla: il direttore lascia correre, ma oltre al fallo potrebbe esserci l’ammonizione, che sarebbe la seconda della serata.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo si apre con la stessa cattiveria con cui si è concluso il primo, al 55′ la Roma richiede un fallo di mano di Radu su cross basso di Peres: silent check attivato, non c’è nulla. Al 62′, Mazzoleni sanziona Strootman che piazza il corpo per togliergli la sfera: sacrosanto. Immobile va incontro al giallo per simulazione chiedendo il contatto in area con Jesus, ma viene risparmiato. All’80’, Radu atterra Under lanciato in rete: è rosso, inevitabile.

Articolo precedente
raduRadu: «C’è agonismo, nessuna delle due vuole perdere. Cartellini? Ci possono condizionare, ma…»
Prossimo articolo
strakosha lazioLe pagelle di Lazio-Roma: Strakosha, intervento miracoloso. Bene Parolo e Felipe Anderson