Lazio, meno spettacolo e più concretezza: la terapia di Inzaghi funziona

convocati
© foto www.imagephotoagency.it

Rispetto allo scorso anno la Lazio subisce meno gol, segna anche meno ma vince: il segreto è nelle terapie di Inzaghi

E’ in lenta ripresa la Lazio di Simone Inzaghi. Dopo una partenza col freno a mano, la squadra biancoceleste è tornata a fare punti ed ora è reduce da tre vittorie consecutive (Frosinone, Empoli e Apollon Limassol). Il problema dei troppi gol subiti, che nell’ultima Serie A sono stati 49, sembra essere stato limato: in questa prima parte di stagione la porta di Thomas Strakosha è stata trafitta 5 volte (una in meno rispetto allo scorso anno). Questa maggiore attenzione alla fase difensiva spiega il perchè l’attacco sia poco prolifico (5 goal siglati contro i 12 di un anno fa). Non si può tralasciare però il fattore sfortuna, i legni colpi sono infatti già 4: Acerbi col Napoli, Parolo col Frosinone e Wallace e Correa con l’Empoli. Il tecnico biancoceleste chiede ai suoi maggior precisione, è così che la Lazio tornerà ad essere spettacolare.

LA TERAPIA DI INZAGHI – Alle spalle della risalita laziale c’è un gran lavoro di Inzaghi sul piano psicologico. Come spiega l’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’, dopo le sconditte contro Napoli e Juventus la squadra si è guardata negli occhi e lo staff ha messo in atto una vera e propria terapia di gruppo ed individuale. I risultati funzionano visto che la Lazio ha poi collezionato 3 vittorie di misura (non accadeva dal 2002). Adesso l’obiettivo è dare continuità ai risultati, ovviamente anche raggiungere presto la miglior forma fisica.

Articolo precedente
Lazio-SpalCalciomercato Lazio, Semplici: «Lazzari andrà via dalla Spal a giugno»
Prossimo articolo
Radu lazioInfermeria Lazio, Radu non si arrende: e Luiz Felipe…