Immobile: «Consiglio ai ragazzini di scendere in strada a giocare a calcio»

milan
© foto www.imagephotoagency.it

Ciro Immobile, dopo la premiazione a Torre Annunziata, si è fermato per dare qualche consiglio ai giovani che amano il calcio

Ciro Immobile è tornato a casa, a Torre Annunziata. Ha rivisto il campo dove ha dato i primi calci al pallone, ha ripercorso quelle strade con scarpe nuove, più grandi, ma sempre con lo stesso entusiasmo. Quello di un ragazzino innamorato del calcio che prima di essere un lavoro è gioco, passione, divertimento. Dopo aver ritirato il premio – conferitogli dalla propria città per la stagione strepitosa da poco conclusa – ha rilasciato una breve intervista a Rompipallone.it: «Un po’ dappertutto è cambiato il modo di crescere, si sta di più a casa tra social e computer ed è diverso. Io crescevo per strada, abitavo a pochi passi da qui e mi prendevo quello che offriva la giornata».

«Mi ricordo che frequentavo i salesiani, giocavo a calcio con gli altri. Mi piaceva, mi divertivo, uscivo di casa la mattina e tornavo la sera. Ognuno deve seguire quello che ha dentro, quello che gli piace di più fare. I ragazzi di oggi e il calcio sono cambiati, si vede di più la televisione. Io ho imparato a giocare a calcio in strada quindi dico ai ragazzini che per giocare a calcio devono scendere in strada».

Articolo precedente
Calciomercato, la Lazio sulle tracce di Diego Carlos
Prossimo articolo
BerishaPaideia, visite mediche terminate per Berisha: «Forza Lazio» – FOTO&VIDEO