Genovese a Rocchi: «Se non vai a rivedere quel fallo, sei in malafede! Su Bakayoko e Kessié…»

Genovese
© foto @Youtube

Anche il noto regista Paolo Genovese ha voluto dire la sua sul rigore non concesso da Rocchi in Milan-Lazio: ecco le sue parole

Dopo il messaggio social di Clemente Mimun, sono arrivate le parole di Paolo Genovese, noto regista, che ai microfoni di Radio2 si è espresso così sull’operato dell’arbitro Rocchi«Quello è che è successo ieri tra Milan e Lazio è scandaloso, dal momento in cui viene messo uno strumento come il Var proprio per evitare l’errore umano. Se non lo vai a controllare, c’è malafede. Un fallo del genere in una partita così importante e non vai a sincerarti. Sei presuntuoso e arrogante, decisione molto grave e anche abbastanza strana. Lo strapotere delle squadre del nord è anche giustificato, il timore reverenziale ci può anche stare, sta alla stampa trovare la misura giusta, credo che ogni tanto alzare un dito contro le più blasonate sarebbe anche giusto».

LOTITO – «E dire che il peso specifico di Lotito in Lega c’è, pensa se non ci fosse cosa potrebbe succedere. La mia proposta è che, vista l’importanza, bisognerebbe dare anche alle squadre la possibilità di chiedere il Var, magari una volta a partita, senza esagerare. Se lo strumento c’è potrebbe essere aperto, moderatamente, alle richieste dell’allenatore o di un dirigente. Ci vorrebbe un addetto per squadra che si occupa della moviola e che si prende la responsabilità di chiamare il Var se lo ritiene opportuno. Questo potrebbe dare un’aggiustata».

ACERBI – «Quello di Kessié e Bakayoko è un gesto superficiale, ma alla fine dobbiamo prendere in considerazione che i calciatori a volte sono solo dei ragazzini, a volte immaturi, sono giovani. Io su questo genere di cose tendo a passare sopra. E’ un gesto piccolo, non carino, ma finisce qui».