Casiraghi: «Lazio, la Champions passa da Luis Alberto e Milinkovic». Sulla gara con il Chievo…

casiraghi
© foto www.imagephotoagency.it

Pierluigi Casiraghi su Chievo-Lazio di domani e sul momento dei biancocelesti: le sue parole

Una vita passata nella Lazio da giocatore: 140 presenze e 41 gol. Pierluigi Casiraghi è stato uno di quei bomber vecchio stampo, centravanti d’area di rigore. Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo è rimasto nel mondo del calcio da allenatore: ha guidato l’Under 21 dell’Italia fino a diventare vice di Gianfranco Zola al Cagliari, Al Arabi e Birmingham City. Intervistato da ‘L’Arena’, ha detto la sua sulla gara Chievo-Lazio. «Partita importante per entrambe. Bravo Di Carlo a Napoli ma adesso deve cercar punti anche in casa. E anche la Lazio se vuole arrivare quarta deve vincere. La lotta là in alto è difficile ma sempre parecchio aperta». 

Cosa manca alla Lazio di oggi per essere da Champions? «Molto dipenderà dal rendimento di Luis Alberto e Milinkovic, non ancora ai livelli dello scorso anno. Per il resto la Lazio non è cambiata di molto. Il vero mercato della dirigenza è stato l’esser riusciti a trattenere Milinkovic e Immobile, uno che garantisce non solo molti gol ma anche un ottimo contributo al collettivo».

Su Djordjevic. «Di sicuro il Chievo ha bisogno di uno come lui. Perché ha forza fisica e qualità tecniche. E ad una squadra che deve salvarsi e che non ha grande confidenza con la porta avversaria uno come lui può essere parecchio utile. Da ex poi avrà una spinta in più per far bene, se dovesse giocare. Essere rimasto fermo per tutto questo tempo non l’aiuta ma le sue capacità sono indubbie».

Articolo precedente
chievoChievo, i convocati per la Lazio: torna Giaccherini
Prossimo articolo
di carloDi Carlo: «Non pensiamo alla classifica, domani conta la prestazione». Sulla formazione…