Adesivi antisemiti, chiesto il processo per i dodici tifosi laziali accusati

adesivi antisemiti
© foto Twitter @dureghello

La Procura ha deciso di chiedere il processo per dodici tifosi laziali accusati di aver introdotto all’Olimpico degli adesivi antisemiti

La Procura non ha avuto dubbi e – riporta La Repubblica – ha deciso di chiedere il processo per dodici tifosi laziali accusati di discriminazione e incitamento all’odio razziale. L’episodio è, ovviamente, quello andato in scena allo stadio Olimpico lo scorso 22 ottobre durante Lazio-Cagliari. Nel settore solitamente occupato dai giallorossi, infatti, erano stati attaccanti degli adesivi a sfondo xenofobo: una foto di Anna Frank con la maglia della Roma e le due scritte: «Romanista Aronne Piperno» e «Romanista ebreo». Sette mesi dopo, i dodici uomini erano stati interrogati, fornendo delle tesi piuttosto ‘particolari’, ma appellandosi tutti allo stesso repertorio difensivo: «Gli adesivi di Anna Frank con la divisa giallorossa non hanno nulla di xenofobo. Solo una presa in giro tra tifosi». Giustificazione che non ha placato le ire del pm Erminio Amelio e dell’aggiunto Francesco Caporale, che hanno notificato, lo scorso 21 novembre, il capo d’imputazione: «Con intento chiaramente denigratorio e di scherno, ponendo in essere una condotta di discriminazione e di incitamento all’odio».

 

 

Articolo precedente
CorreaCorrea, l’argentino è il miglior subentrato in Europa
Prossimo articolo
AcerbiAcerbi e Parolo portano alto il nome della Lazio: ecco i loro numeri in Serie A