Inzaghi: «Bravi a non concedere nulla, alleno un gruppo fantastico». E su Immobile…

inzaghi lazio esultanza
© foto www.imagephotoagency.it

Vittoria con il minimo scarto per la Lazio che vendica la roboante partita dell’andata e batte il Torino. Al termine del match, arriva la disamina di Simone Inzaghi

Tre giornate al termine e quattro punti sull’Inter. La Lazio batte il Torino e allunga nella corsa Champions, rimanendo attaccata alla Roma. Nel post partita, Inzaghi ha commentato il successo ai microfoni di Mediaset Premium: «Stagione finita per Immobile? Adesso vedremo, c’è questa sensazione. Sono fiducioso e speriamo ci possa aiutare ancora. Per noi è importante così come Radu e come tutto il gruppo. Sono soddisfatto della prestazione, di come è entrato Caicedo e gli faccio i complimenti pubblicamente. Fare la riserva di Ciro non è semplice, ma lui è stato un professionista esemplare e questa sera ci ha permesso di vincere su un campo difficile. Milinkovic? Penso che sia stato bravissimo come tutti, stasera non dimentichiamo che Caceres e Felipe Anderson erano in panchina, ma sono stati i primi a sostenere i compagni. Sono fiducioso, questo gruppo mi fa ben sperare per il futuro. Stiamo parlando di un grande campione, si è calato subito nella nostra realtà. E’ un ragazzo serio e disponibile, per noi è importantissimo. Ora mancano tre partite con 4 punti di vantaggio, c’è ancora tanto da lottare e sudare. Dobbiamo guardare a noi stessi, io posso incidere sulla mia squadra e ho cercato di farlo questa settimana. Sapevamo di affrontare un Torino con ottimi giocatori, siamo stati bravi ma probabilmente meritavamo una vittoria più larga. Abbiamo concesso in tutta la partita solo un tiro di De Silvestri. Bravi a reagire dopo Salisburgo? Ho la fortuna di avere questi fantastici ragazzi, in più dopo Salisburgo abbiamo avuto la fortuna di avere subito il derby. Qualcuno ha detto che avevamo il calendario più duro ed era vero, ma d’altro canto ero sicuro che con la Roma avremmo fatto bene grazie anche ai nostri tifosi. Ora ci aspettano tre partite, la prima domenica con l’Atalanta dove dovremo farci trovare pronti».

LAZIO STYLE RADIO – Dopo qualche minuto, l’allenatore biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: «Risultato stretto? Sì, per quello creato avremmo meritato di più. Va benissimo così, i ragazzi sono stati bravi, hanno meritato la vittoria in un campo non semplice. Bravo Murgia, bravo il gruppo. Non voglio citare i singoli, mi fa piacere avere un gruppo con giocatori così maturi. Anderson e Caceres – dalla panchina – sono stati i nostri primi tifosi. Siamo a buon punto, mancano tre partite fondamentali. Inter-Juventus? Per noi era importante la partita di oggi, posso incidere sulla mia squadra. Sulle altre non ho possibilità di fare nulla. Abbiamoa avuto una settimana per preparare la partita, i ragazzi sono stati bravi. Spirito? Siamo stati sempre in partita, lucidi. Abbiamo vinto una partita importante. Il Torino è una squadra ben costruita con ottimi elementi. La Lazio ha creato tanto, se non ci fosse stato Sirigu avremmo concretizzato di più. Sostituti di Immobile? Manca una settimana all’Atalanta. Davanti le alternative non mi mancano. Ho la fortuna di avere un gruppo fantastico, fatto di ragazzi che mettono il cuore in campo. Murgia è un esempio, in questa stagione gli spazi non sono stati grandi ma ogni volta che l’ho chiamato in causa ha fatto sempre bene».

CONFERENZA STAMPA – Dopo le interviste alle televisioni, mister Simone Inzaghi si è concesso alle domande dei cronisti presenti in sala stampa:

È soddisfatto della prestazione?

«Io mi sono divertito molto a veder giocare la Lazio. Il problema giustamente è che avremmo dovuto fare qualche gol in più. Loro non ci hanno mai tirato in porta, ma abbiamo rischiato non segnando. Siamo stati imprecisi, abbiamo sbagliato un rigore. Veder giocare i propri ragazzi così però fa molto piacere ad un allenatore».

Felipe Anderson può sostituire Immobile?

«Può fare tutto Felipe. Con la Fiorentina e con la Sampdoria è stato tra i migliori in campo. Oggi era in panchina, è ho fatto altre scelte. Mancano tre partite, ne abbiamo giocate già 52. Speriamo di poter recuperare Immobile e Radu perché sono due giocatori molto importanti.

Sulla prestazione di Milinkovic…

«È stato bravissimo. Ha fatto gol, ha propiziato il rigore, poteva segnarne anche un altro. Può fare il centravanti, ma in quel ruolo abbiamo diverse soluzioni. Ha tantissima qualità, può esserci utile anche in quella zona. Comunque onore a questi ragazzi che stanno facendo qualcosa da inimmaginabile alla vigilia. Abbiamo un discreto vantaggio ma dobbiamo continuare a lottare».

Un giudizio su Caicedo…

«Una prestazione importante. Quando si è fatto male Immobile ho pensato subito a Caicedo. Credevo di poter inserire Anderson a partita in corsa, poi siamo stati sfortunati e ho dovuto fare subito anche il secondo cambio. Mi dispiace che la prestazione di Caicedo non sia stata premiata con il gol».

Articolo precedente
lazio lulicLulic: «Champions? Con questo gruppo e con questa voglia dobbiamo crederci!»
Prossimo articolo
highlanderLa Lazio vince e vola a +4 sull’Inter: i festeggiamenti sui social dei biancocelesti – FOTO