Mancini: «Quest’anno avremmo vinto l’Europeo, vuol dire che lo vinceremo il prossimo»

© foto www.imagephotoagency.it

Mancini, le parole del commissario tecnico della Nazionale in merito a quello che sarà il futuro nel calcio

Stop al calcio e possibile rinvio dell’Europeo. Questa è la situazione attualmente vista l’emergenza legata al coronavirus che ha di fatto paralizzato l’Europa. Queste le parole del ct Mancini ai microfoni della Rai.

«Martedì credo che sapremo meglio tutto, anche come andrà a finire questa stagione. Se rinvieranno l’Europeo, i campionati si potranno concludere tranquillamente. A me va bene qualsiasi decisione, la cosa più importante è tutelare la salute di tutti. Quest’anno avremmo vinto, vuol dire che vinceremo il prossimo. Siamo aperti a ogni possibilità, anche a giocare a novembre. Sono sicuro che quando ricominceremo sarà ancora più bello, perché significa che avremo ritrovato la libertà».

ALLENAMENTI – «Per un professionista è difficile rimanere fermo per più di un paio di giorni, credo che ognuno si allenerà con tapis roulant e attrezzi vari. In questo momento qualsiasi allenatore la pensa allo stesso modo, cioè di lasciare i calciatori a casa dandogli magari un programma. Attualmente ci sono delle cose più importanti del calcio. C’è voglia di tornare alla vita normale, lo capisco, ma bisogna avere pazienza. Innanzitutto bisogna tutelare la salute di tutti gli italiani, quando inizierà a migliorare la situazione allora potremo pensare al campionato».

CONVOCATI – «In questo momento è difficile parlarne, certamente c’era una lista di calciatori abbastanza sicuri e qualche dubbio. Chiaramente, se l’Europeo dovesse slittare di un anno, potrebbe esserci qualche cambiamento in più. Tanti calciatori sono giovani, un anno in più tra Serie A e coppe internazionali potrebbe dar loro maggiore esperienza».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy