Sulfaro: «Strakosha deve migliorare sulle uscite e parecchio, ma non lo venderei»

strakosha
© foto www.imagephotoagency.it

Michele Sulfaro – ex portiere biancoceleste – è intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio pe rfare il punto sulla questione portieri

Il Bayer Leverkusen ci prova per Strakosha. Sul piatto 30 milioni. Un’offerta che – sicuramente – non lascia indifferenti. L’ex portiere biancoceleste – Michelangelo Sulfaro – però, non ha dubbi ed è intervenuto a Lazio Style Channel per dire la sua: «30 milioni sarebbero accettabili, ma poi dovresti cercare un nuovo portiere. Chi vai a prendere oggi? Perin si è accasato alla Juventus, Sportiello non ha fatto molto bene a Firenze. C’è poca roba… penso sia incedibile. Alla Lazio ha fatto bene l’anno scorso, ha sbagliato qualcosa verso la fine della stagione, ma il portiere bravo non è quello che non sbaglia mai ma che sbaglia meno. Sulle uscite deve migliorare, e pure parecchio. Ma sulle altre cose è tra i migliori, in assoluto. Contro l’Atalanta l’ha salvata lui e Bastos. I piedi dei portieri sono particolari, lui non è male. Anche con i piedi è bravo».

GUERRIERI – «Proto da affiancare a Strakosha? Sì, ma basta non rovinare Guerrieri. Io in lui ci credo. In Primavera ha fatto grossi campionati, ha vinto uno scudetto. Poi però è capitato nel Trapani, nel primo periodo una squadra inguardabile e lui è cascato nel marasma. Proto lo vedrei per fare il terzo, a subentare dopo Strakosha e Guerrieri. Se c’è l’idea di tenere Proto come prima alternativa a Strakosha, allora Guerrieri deve andare a giocare altrove. Se dovesse partire Strakosha, ma ne dubito fortemente, andrei a prendere Meret della Spal. E’ un buon giocatore. Interessante anche il fratello di Milinkovic, ma mi dicono che sia matto come un cavallo. Lui ha fatto vedere delle buone cose».