Lazio, attacco mediatico destabilizzante: ma ti difendono i tifosi

© foto www.imagephotoagency.it

In un ottimo periodo della squadra di Inzaghi, si stanno diffondendo varie voci di mercato con il fine di destabilizzare l’ambiente

«Milinkovic alla Juve? E Inzaghi? E De Vrij?». Mentre la Lazio ‘vola’ in campionato ed in Europa League, non si fermano le voci di mercato che vorrebbero alcuni big dello scacchiere di Inzaghi vicini all’addio dalla Capitale. Primo tra tutti, Stefan de Vrij, che sembrava essere ad un passo dal rinnovo in biancoceleste, ma che non smette di essere accostato alla Juventus. Proprio nella settimana del match contro la ‘Vecchia Signora’ – quando il focus dovrebbe esser posto sulle formazioni, sulle scelte dei due tecnici o sullo spettacolo delle tifoserie – non mancano le indiscrezioni su un’ipotetica cessione di Milinkovic e dello stesso Inzaghi. Ma perché, in uno dei migliori periodi vissuti dalla Lazio, l’attenzione si continua a porre su vicende che non hanno nulla a che fare con il rettangolo da gioco?

ATTACCO – A Roma è ormai una consuetudine: quando le cose sembrano finalmente andare per il verso giusto, c’è chi cerca in tutti i modi di far tornare con i ‘piedi per terra’ i sostenitori capitolini. Gli attacchi sono ormai numerosi ed i tifosi della prima squadra di Roma sono abituati a trattamenti di questo tipo. L’obiettivo? Probabilmente quello di destabilizzare l’ambiente, di colpire una tifoseria calorosa, passionale, facilmente ‘infiammabile’ alla minima notizia negativa.

TIFOSI – Questa volta le cose si sono concluse in maniera diversa. Dopo l’ennesima voce di mercato che considererebbe l’allenatore piacentino il vero erede di Massimiliano Allegri, i tifosi non ce l’hanno fatta più. Hanno difeso la loro squadra, quella che ha regalato loro sofferenze, ma che – soprattutto nell’ultimo periodo – li ha fatti gioire enormemente. I social hanno raccolto la rabbia di chi è stanco di pensare sempre al peggio, vivendo ‘a metà’ le cose belle che la fede nella Lazio può dare. I biancocelesti l’hanno difesa, proprio come accade ogni volta che un proprio caro viene attaccato. E allora, perché preoccuparsi quando una miriade di anime è pronta a dar tutto pur di togliere la propria squadra dalle ‘grinfie‘ dei maligni?

Articolo precedente
Bernardeschi Italia Under 21Bernardeschi: «Contro la Lazio sarà una battaglia, ma siamo pronti! I biancocelesti…»
Prossimo articolo
naniNani, nel suo destino torna la Juventus