Lazio, la qualificazione in Champions potrebbe arrivare già domenica: ecco come

© foto www.imagephotoagency.it

La prossima giornata di campionato potrebbe rappresentare un crocevia importante per la corsa alla Champions League, soprattutto in virtù del fatto che le tre squadre in lotta per due posti, giocheranno in tre orari diversi. Il match della Lazio infatti è subito dopo quello dell’Inter e prima della Roma

Tre giornate al termine del campionato e verdetti che iniziano ad essere più vicini. La lotta per lo scudetto sembra essersi risolta in favore della Juventus, mentre quella per la Champions League sembra essere una questione tra le due romane con l’Inter attardata di quattro punti. La prossima giornata potrebbe rivelarsi di fondamentale importanza vedendo gli incroci che riserva.

LAZIO MATEMATICAMENTE IN CHAMPIONS SE… – Nessun anticipo al sabato per le tre in lotta tra di loro. Il mini-campionato verrà aperto dai neroazzurri, in campo alla Dacia Arena contro l’Udinese alle 12:30. Alle 15:00 sarà il turno di Lazio-Atalanta, mentre la sera toccherà alla Roma in trasferta sul campo del Cagliari. Nella stessa giornata potrebbero arrivare i primi verdetti: qualora l’Inter dovesse essere battuto nel lunch match, la Lazio nel pomeriggio scenderebbe in campo con la possibilità di giocarsi il primo match-point per la Champions. Infatti in caso di sconfitta della squadra di Spalletti e successiva vittoria di quella di Inzaghi, i punti di distanza passerebbero da 4 a 7 e con due giornate ancora da giocare il distacco non potrebbe essere colmato. In questo scenario anche la Roma con una vittoria qualche ora dopo, potrebbe festeggiare l’approdo matematico tra le prime quattro. A quel punto l’unico ordine da stabilire sarebbe quello tra le due compagini capitoline che si darebbero battaglia fino alla fine per il primato cittadino. Nel caso in cui la Lazio dovesse pareggiare, o addirittura perdere le prossime due sfide, potrebbe raggiungere l’obiettivo anche ottenendo solo una vittoria nelle prossime tre giornate, a patto che i tre punti arrivino con l’Inter. In quel caso anche se i neroazzurri dovessero ottenere due vittorie con Udinese e Sassuolo, perdendo con i biancocelesti all’ultima, indipendentemente dai risultati della Lazio con Atalanta e Crotone, non arriverebbero tra le prime quattro. Ad oggi fare calcoli andando oltre la prossima giornata diventa complicato, l’unica certezza è che dal prossimo turno la squadra di Inzaghi avrà un alleato in più: la matematica.

Articolo precedente
L’imprenditore Desjardins vuole acquistare il Vicenza: per l’attacco il sogno è Cissé…
Prossimo articolo
scudetto 1915The Laziali, la corsa allo Scudetto del 1915