Kozak sorride col Bari: «Mi sono serviti 4 anni per tornare felice»

© foto www.imagephotoagency.it

Libor Kozak torna in rete con la maglia del Bari. L’ex biancoceleste, dopo 4 anni, torna a sorridere e ringrazia i tifosi con un messaggio

Er Pennellone de Roma, un soprannome che Libor Kozak si è conquistato coi suoi imperiosi colpi di testa e che lo ha accompagnato per tutta la sua permanenza nella Capitale. Periodo, quello in biancoceleste, davvero felice per il centravanti ceco: il suo impiego ha riportato la Lazio a superare gli ottavi di finale, come non succedeva dai primi anni del nuovo millennio. Poi il trasferimento all’Aston Villa, la rete contro lo Stoke City e il baratro ad un passo: gli infortuni hanno cadenzato tutta la sua esperienza inglese e lo spazio in squadra è diventato sempre meno. In estate, l’opportunità della rinascita s’è palesata col Bari: un punto da cui ripartire e ricominciare. Dopo tanta panchina e pochi minuti nelle gambe, la maglia da titolare è arrivata nella partita contro il Frosinone che ha onorato e ripagato con la rete decisiva dei novanta minuti. Oggi, su Facebook ringrazia il suo pubblico con un messaggio: «Mi ci sono voluti 4 anni per tornare a essere così felice per provare la sensazione di fare goal. In tutto questo tempo non ho mai ceduto e ho lavorato sodo. Il mio ringraziamento va a tutti coloro che mi hanno sostenuto e hanno creduto nel mio ritorno. Grazie a tutti per il supporto. Ora non bisogna fermarsi».

Articolo precedente
LazioCies, nella classifica dei club più costosi d’Europa c’è anche la Lazio
Prossimo articolo
BergomiBergomi: «La Lazio ha dominato nel primo tempo, ma nel secondo…»