Vieri: «In Champions la Lazio dirà la sua. Tare fenomeno con quel budget…»

vieri
© foto www.imagephotoagency.it

Christian Vieri, ex centravanti della Lazio, ha analizzato il momento che sta vivendo la squadra di Inzaghi e non solo

Sulle colonne de Il Corriere della Sera, le parole di Christian Vieri – ex centravanti della Lazio – sul momento dei biancocelesti:

IMMOBILE – «Ciro Immobile è il contrario del suo cognome. Non dà il minimo punto di rifermento, è generoso, coraggioso, resistente e potente. E negli anni è diventato anche più freddo sotto porta. Insomma, marcare uno così è un bel problema per qualunque difensore. Ha battuto gente come Lewandowski, Messi, Ronaldo… I gol li devi fare. Ora però mi aspetto che inizi a segnare a raffica anche in Nazionale, perché ha tutte le qualità per farlo».

STAGIONE LAZIO – «Con i “se” e con i “ma” non vai da nessuna parte. Penso che la Juve avrebbe comunque gestito anche le situazioni più difficili. Un conto è giocare da outsider, un conto è dover vincere per forza. Cambia tutto quando scendi in campo con l’obbligo dei tre punti. Certe pressioni non sono facili da gestire per chi non è abituato a lottare lassù».

CHAMPIONS LEAGUE – «La Lazio in Champions League dirà la sua, ci divertiremo. Tare, poi, si muove da fenomeno con il budget che ha a disposizione. Intanto, la società è stata brava a non cedere i pezzi più importanti, cosa non da poco in questa fase economica generale».