Connettiti con noi

News

Romulo: «Contro il Verona sarà una gara intensa. Su Juric e la conquista della Coppa Italia…»

Pubblicato

su

Romulo, doppio ex della sfida tra Lazio e Verona, ha parlato all’interno del Match Program biancoceleste. Le sue parole

Romulo, doppio ex di Lazio e Verona, ha parlato della sfida di questa sera all’Olimpico tra le due squadre. Le sue parole all’interno del Match Program biancoceleste.

LAZIO-VERONA – «Mi aspetto una gara intensa. L’Hellas di Juric aggredisce sempre l’avversario in una zona del campo alta e prova a comandare il gioco con ritmi elevati. La Lazio, però, è una delle squadre più forti che ci siano al momento in Italia quindi cercherà di fare la partita. I biancocelesti forse saranno un po’ più stanchi per via della Champions, ma la loro qualità è un gradino sopra. Sarà sicuramente un confronto interessante, non me lo perderò».

RICORDO PIÙ BELLO ALLA LAZIO – «Sono felice di aver lasciato il segno in poco tempo, con la mia famiglia ci siamo trovati subito bene a Roma. I tifosi mi scrivono ancora oggi ed il loro affetto è la cosa più bella che mi porto dentro. La conquista della Coppa Italia è stata la ciliegina sulla torta».

COMPAGNO DI SQUADRA MIGLIORATO – «Sicuramente tutta la squadra ha avuto una crescita importante, è difficile nominare un solo giocatore. Immobile continua a migliorarsi di anno in anno. Luis Alberto è un campione, così come Milinkovic, Correa ha una classe fuori dal normale. Il mio amico Lucas Leiva infine è unico nel fare il lavoro sporco per regalare equilibrio al centrocampo».

ZACCAGNI«Mattia lo conosco da molti anni, era giovanissimo ma già si vedeva il suo talento. Doveva solo maturare un po’, adesso è nell’età migliore ed ha ancora ampi margini di miglioramento. Dietro ha la fiducia di un grande allenatore che ho avuto la fortuna di avere al Genoa: Juric allena bene la squadra, ogni suo calciatore sa cosa fare in ogni momento della partita. Trasmette sicurezza a prescindere dall’avversario».

COSA FA ROMULO ORA – «Mi alleno duramente ogni giorno perchè non vedo l’ora di tornare in campo. È stato un anno diverso, complice lockdown e pandemia. Ho ricevuto qualche proposta non all’altezza, adesso però ne stanno arrivando alcune molto interessanti sia in Italia che all’estero. Sono felice, credo che nelle prossime settimane ricomincerò con una nuova squadra».