Petkovic: “Siamo stati bravi e determinati. Non vorrei andare in Russia, ma una squadra vale l’altra”

© foto www.imagephotoagency.it

Ai microfoni di sky sport Vladimir Petkovic ha espresso tutta la sua soddisfazione per il passaggio del turno: “Quest’anno abbiamo avuto tante risposte. Abbiamo giocato più partite di tutti, ogni tanto qualche scivolone ci può stare. Questa sera siamo entrati in campo con la giusta determinazione”. Alla domanda su quali avversari preferirebbe ai quarti, gli è stato chiesto del Basilea, indicato poco prima da Mauri e da lui ben conosciuto per via delle sua esperienza svizzera: “Il Basilea? Una squadra tosta che gioca da tanto insieme. Sono abituati a giocare in Europa, ma tutte e 8 le squadre ai quarti valgono tanto. Preferirei non andare in Russia, per via del freddo e la concomitanza di partite importanti come il derby, ma vedremo… Qualunque cosa capiti, dobbiamo credere in noi stessi”.

La Lazio a questo punto potrebbe diventare la squadra da battere: “Certo, anche gli altri devono preoccuparsi della Lazio. Ora dobbiamo riposarci, recuperare e pensare al campionato”. Proprio sul campionato poi si dice ancora possibilista: “Questa vittoria ci deve dare lo slancio per battere il Torino. La pausa ci farà bene per recuperare le energie, peccato che molti giocatori vadano in Nazionale.Spero di allargare sempre più la rosa e ritrovare gli infortunati oltre a quelli che hanno giocato stasera”. Poi una domanda su Klose e sul suo rientro: “Klose non sta ancora bene, ha cominciato a correre ma potrà tornare a giocare spero dopo la sosta per le nazionali. marchetti ha preso una bella botta, ma sta meglio”.

Il tecnico ha poi risposto ai microfoni di Sport Mediaset: “Si ricorda cosa dicevano di lei questa estate? Fa parte dell’essere allenatore. Sono uscito fuori 6 anni fa, dovevo lottare per raggiungere degli obiettivi e confermarmi. Squadre da evitare? Le russe, perchè sono lontane e non è comodo viaggare lì. Tutte le squadre sono forti, ma anche noi lo abbiamo dimostrato. Se con Klose si può migliorare in campionato? Lo spero. Ci sono stati degli episodi che ci hanno penalizzato, ma non vedo una squadra in crisi. Dobbiamo fare bene nell’ultima partita, poi avremo due settimane di pausa per sistemare un po’ le cose”.

Articolo precedente
Ederson soddisfatto: “Bella partita, faccio i complimenti a Kozak”
Prossimo articolo
Conferenza, Petkovic: “Era importante entrare bene in partita. Il derby? Facciamo turn-over…”