Petkovic: “Penalizzati dall’andata. Ringrazio giocatori e tifosi. E ora vinciamo con la Juventus”

© foto www.imagephotoagency.it

“La semifinale non l’abbiamo persa stasera: abbiamo pagato la gara di Istanbul“‘ E’ questa la spiegazione di Vladimir Petkovic ai microfoni di Sport Mediaset, nel dopo partita di Lazio – Fenerbahce. “In condizioni diverse, avremmo passato il turno – ha continuato il tecnico laziale –  Devo fare comunque i miei complimenti al Fenerbahce per questo passaggio del turno: vedremo poi tra qualche settimana come si metterà il loro cammino. Ho visto una bella Lazio, capace di tirare 15 volte in porta. Avremmo dovuto aggiustare la mira in qualche occasione, ma è andata così. Ora dobbiamo riposare per presentarci al meglio lunedì sera contro la Juventus. Vogliamo vincere.
Klose? Ho provato ad inserirlo per recuperare il risulatato, ma questa sera non posso rimproverare niente a nessuno. I miei giocatori hanno dato tutto, anche a due minuti dalla fine a risultato ormai compromesso. Sono contento per questo.

Un’impresa sfiorata, che lascia comunque qualche rimpianto. “Con il pubblico sicuramente sarebbe stata tutta un’altra cosa spiega Petkovic – Non so come, ma loro avevano 200 tifosi al seguito. Dopo l’1-0, avremmo ricevuto una tale spinta dalla nostra curva che ci avrebbe portato a girare il risultato a nostro favore. Ringrazio pubblicamente i nostri tifosi, che ci hanno seguito da Formello fino allo stadio. Sono cose che non si vedono tutti i giorni: i giocatori se ne sono accorti e hanno dato tutto.

Infine, una battuta sul campionato:Firmare un 1-1 anche con la Juve? Mai. Noi giochiamo sempre per vincere, anche con una squadra fortissima come la Juventus.”

Ecco invece le dichiarazioni del tecnico a Sky Sport: “L’andata ha compromesso il passaggio del turno, sono contento di come hanno disputato la partita i miei ragazzi e mi piace la tenacia, anche al novantesimo erano lì a cercare il gol. Con un po’ di convinzione potevamo vincere questa partita, non possiamo piangere sulle cose che si devono cambiare, i ragazzi hanno dato tutto per girare questo risultato ma sono comunque contento per il loro impegno. Non bisogna parlar male del calcio italiano, ci sono squadre più forti di noi ma con un po’ più di fortuna sia noi che la Juventus potevamo andare avanti, dobbiamo lavorare per portare più squadre di livello sempre più avanti.”

Articolo precedente
LE PAGELLE di Lazio-Fenerbache: Candreva e Lulic incontenibili, Cana impeccabile
Prossimo articolo
Il rammarico di Lulic: “Eliminati da un avversario non più forte di noi”