Negro: “Le tensioni con Lotito non dipendono dal mercato”

© foto www.imagephotoagency.it

Paolo Negro, ex difensore biancoceleste, intervistato da Radio Toscana ha commentato alcune faccende di casa Lazio: “A livello di ingaggi il periodo in cui ho giocato nella Lazio fu estremamente positivo. Tutto ciò era possibile grazie ad entrate importanti che aveva in quel periodo il club capitolino. Oggi la crisi ha intaccato anche il calcio, e quindi pure gli stipendi ne hanno risentito. Le contestazioni a Lotito? Non credo dipendano esclusivamente dai mancati investimenti sul mercato. La Lazio nonostante tutto sta facendo comunque bene, pur non essendoci campioni, sta dicendo la sua anche a livello europeo. Mi auguro ci sia un riavvicinamento fra tifosi e proprietà il prima possibile per il bene della Lazio”.

C’è spazio anche per un tuffo nel passato: “Gli anni con Zeman? Sono stati molto belli. Il boemo ha un gioco ultra offensivo. Ha sempre ammesso candidamente che non gli interessa la fase difensiva, cosa che lo ha costretto spesso a pagare dazio. Ci si diverte tanto a giocare con Zeman, forse un po’ meno ad essere tifosi della squadra da lui allenate”.

Negro torna a parlare dei giorni nostri: “La Lazio in questa fase del campionato non riesce a dare continuità ai risultati, basti pensare a ciò che ha fatto fra Siena e Pescara, senza dimenticare le buone prestazioni a livello europeo”.

Articolo precedente
Gascoigne torna a casa
Prossimo articolo
Klose passato da carpentiere: “Non sono diventato un campione come nel calcio”