LE PAGELLE di Lazio-Stoccarda: Onazi impreciso, Bizzarri una sicurezza… Kozak capocannoniere!

© foto www.imagephotoagency.it

Marchetti 6 – Ordinaria amministrazione fino al minuto 30, quando non compie un’uscita memorabile. Subisce un duro colpo alla testa da Ibisevic, è costretto al cambio. (Dal 42′ Bizzarri 7 – Compie almeno due interventi miracolosi nel finale tutto tedesco. Degno sostituto di Marchetti, lo ha dimostrato ancora una volta)

Pereirinha 5,5 – Va in difficoltà soprattutto nella ripresa, dove lo Stoccarda sfonda spesso dalla sua parte provando traversoni in area di rigore. Dimostra ancora una volta di non essere un terzino, ma tecnicamente ci sa fare.

Biava 6 – Svolge un lavoro attento e senza sbavature. Annulla completamente Ibisevic.

Ciani 6,5 – In avvio si concede qualche dribblig molto rischioso in area di rigore. Poi sale in cattedra e diventa padrone dell’area di rigore.

Radu 6 – Sempre sicuro e attento in fase difensiva, ha il merito di consegnare a Kozak la palla del vantaggio laziale.

Candreva 6,5 – Così come Lulic presiede senza problemi la fascia d’appartenenza. Mostra qualcosa in più del bosniaco in fase offensiva.

Onazi 5,5 – Sbaglia tantissimi appoggi. Si vede che ha voglia di fare, ma la troppa foga lo porta a commettere errori semplici. Per il resto ha corsa e dinamismo, sarà utilissimo per il finale di stagione.

Hernanes 6 – Nel primo tempo detta i tempi di gioco ed è padrone del centrocampo. Cala vistosamente nella ripresa e con lui tutta la Lazio. (Dal 74′ Ederson SV – Si mangia un gol abbastanza clamoroso nel finale)

Lulic 6 – Presiede senza grossi patemi d’animo la fascia sinistra. Nella ripresa da una mano ai suoi in fase difensiva. Prestazione sufficiente.

Mauri 6 – Non ancora in grandissime condizioni dopo l’infortunio. Si vede poco, ma ha il merito di servire a Kozak la palla del 2-0. (Dal 64′ Ledesma 6 – Infoltisce il centrocampo nel finale di partita)

Kozak 8,5 – Pronti via porta in vantaggio i suoi con una grande zampata in area di rigore. Si ripete tre minuti dopo, quando, lanciato in profondità da Mauri, trova il destro vincente che porta la Lazio sul 2-0. Trova addirittura il tris nel finale, di testa. Bomber d’Europa. Non si ferma più. Si porta a casa il pallone. Scusate se è poco.

Petkovic 6 – Partita sufficiente dei suoi, che trovano il doppio vantaggio in avvio. Dopodichè la gestione del match è perlomeno sbagliata, difesa troppo bassa e squadra un po’ troppo decocentrata. Quarti di finale comunque raggiunti, unica squadra italiana a farlo da quando la competizione ha assunto il nome di Europe League.

STOCCARDA – Ulreich 5; Sakai 6, Tasci 5, Niedermeier 5.5, Molinaro 6; Holzhauser 5.5; Hajnal 6.5, Gentner 6, Okazaki 5.5, Macheda 5.5; Ibisevic 5; Labbadia 5.

Articolo precedente
La UEFA rende la vita difficile alla Lazio
Prossimo articolo
Tutto facile per la Lazio anche senza pubblico, Stoccarda battuto 3-1